torna su
02/12/2020
02/12/2020

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Porta Santa per famiglie indebitate. Il Papa condanna l'usura

Consulta Antiusura ha varcato la Porta Santa della Carità

Avatar
di Redazione | 2016-11-26 11/01/2016 ore 12:08
(ultimo aggiornamento il 26 Novembre 2016 alle ore 20:09)

Sono almeno un milione e mezzo le famiglie che versano in condizioni di vita fallimentari, indebitate, e che dunque sono a rischio usura. E a loro, in qualche modo, è stata dedicata una giornata giubilare. Questa mattina, la Consulta Nazionale Antiusura Giovanni Paolo II, ha varcato la Porta Santa della Carità aperta dal Papa il 18 dicembre all’Ostello della Caritas alla stazione Termini di Roma. In un telegramma per l’occasione, Francesco chiede  che “si lotti con tutte le forze per sconfiggere le diffuse piaghe sociali dell’usura e dell’azzardo che generano continui fallimenti non solo economici, ma anche famigliari e esistenziali”.

 

La lotta contro questa piaga è da anni al centro dell’azione della Chiesa, e monsignor Nunzio Galantino, segretario generale della Cei, che ha celebrato una messa all’Ostello, è convinto che sia “sotto gli occhi di tutti che le istituzioni italiane siano indietro. Negli ultimi tempi si sta facendo qualche passo avanti, ma rispetto all’enormità e alla drammaticità della realtà gli interventi sono ovviamente insufficienti”. Il discorso si intreccia molto con quello del gioco d’azzardo. Sono infatti oltre 340 mila le macchinette presenti sul territorio, 51 mila le videolottery attive, oltre 900 mila gli italiani a rischio dipendenza. Solo la Legge di Stabilità 2016 ha messo un freno agli spot sulle reti TV generaliste.

Monsignor Alberto D’Urso, segretario nazionale della Consulta Antiusura, afferma che “ancora oggi ci sono troppe pubblicità ingannevoli che danno l’illusione della vincita facile. Il nostro appello è indirizzato alle istituzioni affinché mettano in campo un modello di politica economica competente e responsabile, rivolto al dialogo tra il sistema politico-istituzionale e quello creditizio”. C’è una legge, varata nel 2012 ma che solo a luglio 2015 ha visto concretizzarsi i regolamenti attuativi. Ancora però il mondo del credito spesso è diffidente, e i piani di rientro dei debiti, dei mutui per la prima casa che non si riescono a pagare vedono fanno fatica a decollare. (Alg)

 

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
24285 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014