torna su
23/10/2020
23/10/2020

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Il Papa a Lesbo pranzerà con i profughi

Ultimi preparativi per la visita sabato di Francesco

Avatar
di Redazione | 2016-11-26 14/04/2016 ore 13:51
(ultimo aggiornamento il 26 Novembre 2016 alle ore 20:21)

Il Papa, il patriarca Bartolomeo I e l’arcivescovo Hieronimo pranzeranno al Campo profughi di Lesbo in un container e saranno alla stessa tavola con 8 rifugiati siriani. Sarà questo il cuore della visita Francesco farà nell’isola greca sabato 16, per ricordare tutte le vittime delle migrazioni. E infatti Bergoglio ripeterà a Lesbo il gesto compiuto a Lampedusa, lanciando in mare una corona di fiori per rendere omaggio alle vittime delle migrazioni.

Francesco quindi atterrerà in aereo a Lesbo verso le 10 e 20 del mattino. Ad attenderlo ci sarà il  primo ministro Alezis Tsipras, e poi spazio all’incontro con Bartolomeo I e Hieronimus II. Verso mezzogiorno visiterà il Campo di Moria e stringerà la mano a 300 rifugiati. A conclusione sono previsti tre brevi discorsi, per un totale di 15 minuti, di Francesco, Bartolomeo I e Hieronimus II. Alle 13 e 30 ci sarà l’incontro con i cattolici greci che stanno arrivando da tuttala Grecia. Ed ancora, una preghiera ecumenica indirizzata verso il mare a ricordo di tutti i defunti naufragati. Poco dopo le 14 il ritorno a Roma.

La visita del Papa a Lesbo, ha detto il direttore della Sala stampa vaticana p. Lombardi, “sarà di natura strettamente umanitaria ed ecumenica, compiuta insieme dai tre leader cristiani”. Non c’è una critica alla politica. “Che certamente sia una situazione in cui ci sono tante persone che soffrono di problemi le cui soluzioni non sono state trovate – ha detto p. Lombardi – questo mi sembra che sia assolutamente evidente: il fatto stesso che ci sia una situazione seria e grave di carattere umanitario da richiamare all’attenzione, significa che c’è ancora molto da fare per trovare soluzioni degne dell’uomo”.

A preparare la visita è stata in principal modo la Caritas greca, la cui rappresentante il loco Patrikiadou, ci dice che “questa visita rappresenta una fonte di speranza per tanti, per tutti coloro che cercano un futuro migliore fuggendo da guerre e persecuzioni”. (Alg)

 

, , ,

 

 

 

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
23950 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014