torna su
21/10/2020
21/10/2020

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

In 12 milioni per il Giubileo, ma gli alberghi piangono miseria

Meglio per l'ospitalità religiosa e lo street food, per il Papa niente vacanze

Avatar
di Redazione | 2016-11-26 21/07/2016 ore 16:03
(ultimo aggiornamento il 26 Novembre 2016 alle ore 20:30)

E’ molto probabile che a fine luglio avremo superato quota 12 milioni di pellegrini che hanno partecipato agli eventi del Giubileo. Al Pontificio Consiglio per la Nuova Evangelizzazione non nascondono il loro ottimismo, anche se ufficialmente non si esprimono. L’obiettivo è ora spostato a 20 milioni per fine novembre, mese di chiusura dell’Anno giubilare dedicato alla Misericordia.

 

Alberghi e altre strutture ricettive però piangono per effetto della crisi del settore. Federalberghi fa notare un calo degli arrivi del 3% circa da novembre, i bed and breakfast a giugno hanno fatto registrare un aumento delle presenze del 2% a fronte però di un contenimento delle tariffe del 10% per attrarre più turisti. Meglio, il commercio, ma quasi esclusivamente quello relativo allo “street food” (cibo da strada), che fa registrare una crescita del 10%. Un turismo mordi e fuggi che spesso si appoggia da amici, da parenti o che sceglie lo strumento delle case vacanze.

 

Lievemente meglio va per le strutture religiose che si occupano di accoglienza. A luglio è previsto l’arrivo soprattutto di pellegrini stranieri, mentre gli italiani sono in calo anche perché Papa Francesco ha sospeso le udienze. Circa la metà delle strutture interpellate dal portale ospitalitareligiosa.it rimane in una posizione attendista sull’andamento degli arrivi nel corso dell’Anno Santo. Ma ad oggi l’andamento delle prenotazioni e presenze è comunque considerato migliore del previsto dal 18% delle strutture, mentre erano solo il 5% a gennaio. Il dato è confermato da chi valuta negativamente la situazione in questi mesi: i pessimisti sono scesi dal 56% all’11%.

 

Gli operatori del settore segnalano calma piatta anche per i Castelli Romani. Da quanto è stato eletto, Francesco ha annullato le tradizionali vacanze estive a Castel Gandolfo e questo ha avuto un certo contraccolpo economico sull’economia della cittadina laziale. Per cercare di attrarre un po’ di turisti, sabato 16 luglio Castel Gandolfo ha organizzato il concorso di Miss Roma. (Alg)

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
23939 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014