Roma-Lido, con la riapertura Lido Centro-Colombo al via la “rivoluzione Cotral”

L’indicazione nel piano festività 2021 di Atac. Odissea Quotidiana spiega cosa accadrà ora

Buone notizie in arrivo per gli utenti della Roma-Lido. Come annunciato da Atac, dal 31 dicembre sarà riattivata la tratta compresa tra Ostia Centro e Cristoforo Colombo. La tratta compresa tra queste due stazioni, infatti, era stata chiusa per l’assenza di treni in grado di garantire una certa frequenza su tutta la linea. Sarà necessario attendere fino a marzo invece per le stazioni comprese tra Porta San Paolo ed Eur Magliana, chiuse per la stessa ragione delle omologhe periferiche.

La notizia, tuttavia, si inserisce in quella che Odissea Quotidiana – il collettivo di blogger che si occupano di tpl romano – definiscono la “rivoluzione Cotral”.

“In base al regolamento CE n. 1370/2007 del parlamento europeo e del consiglio modificato dal regolamento UE n. 2338/2016, tutti i servizi di trasporto pubblico devono essere affidati tramite gara pubblica o gestiti in house. Un regolamento che investe quindi anche il servizio della ferrovia Roma-Lido che dal 1° gennaio 2022 sarà gestita direttamente da Cotral spa insieme alla Roma-Civita Castellana-Viterbo. L’affiancamento con Atac durerà 6 mesi, dopodiché dal 1° luglio 2022 l’intero servizio sarà erogato dall’azienda regionale dei trasporti. Una vera e propria rivoluzione, che sarà accompagnata da un piano investimenti dal valore di 400 milioni di euro, per riportare entro il 2024 la frequenza a 10 corse/ora, ossia un treno ogni 6 minuti – spiega OQ – Sempre con l’inizio del nuovo anno cominceranno i lavori notturni sull’infrastruttura, a cura di Rete Ferroviaria Italiana, che comporteranno presumibilmente lo stop dell’ultima corsa alle ore 21:00. Non sono ancora noti i piani della mobilità alternativa, ma certamente verrà attivato un servizio di bus navetta che coprirà l’arco orario dalle 21:00 alle 23:30, ossia fino alla prima corsa del consueto bus notturno NME. I lavori, era stato annunciato, dureranno per un massimo di 500 giorni naturali e consecutivi.

Sempre a gennaio dovrebbero cominciare le operazioni di trasferimento dei treni CAF presso le officine Alstom di Piacenza, per effettuare la revisione generale necessaria al raggiungimento del milione di chilometri percorsi. Operazioni complesse, che richiederanno circa 8 mesi per essere completate lavorando su 2 treni in parallelo. Prosegue nel frattempo il revamping dei primi 2 treni MA200, trasferiti lo scorso agosto nel deposito di Graniti della : con le riparazioni che saranno effettuate sui 2 convogli, potrebbe essere riattivata per marzo anche la tratta Porta San Paolo-EUR Magliana”.

 

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna