torna su
23/10/2020
23/10/2020

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Il 28 luglio World Hepatitis Day

Controlli rapidi e gratuiti su Hiv e Epatite C

Avatar
di Redazione | 2016-11-26 27/07/2016 ore 9:32
(ultimo aggiornamento il 26 Novembre 2016 alle ore 20:30)

Il 28 luglio sarà il World Hepatitis Day, istituito dall’Organizzazione Mondiale della Sanità. La Croce Rossa di Roma e la Fondazione Villa Maraini in collaborazione con il Reparto di Malattie Infettive di Tor Vergata, tornano a incoraggiare i cittadini romani a fare i test rapidi e gratuiti per l’Epatite C e HIV durante tutta la giornata sotto lo slogan: “Meet, Test & Treat” (Incontrare, Testare e Curare). Dalle 10.30 alle 11.30 presso il Padiglione Frascara di Villa Maraini si terrà un incontro con i siero-positivi sulle Epatiti, tenuto dal Prof. Andreoni e il Dr. Barra.

 

“Saranno innanzitutto i volontari e lo staff delle nostre associazioni a sottoporsi ai test, per dare il buon esempio ai cittadini che vivono con ansia questo semplice quanto necessario controllo, che voglio ricordarlo è totalmente indolore e gratuito ed in soli 15 minuti si ottiene il risultato, bypassando così la lunga attesa di giorni come per gli esami in ospedale” spiega la Presidente Vicaria della Croce Rossa di Roma, Debora Diodati. 

 

Giovedi’ 28 luglio, a Roma, le due organizzazioni hanno, inoltre, attivato 2 presidi sanitari in cui sarà possibile effettuare i test e ricevere informazioni dalle équipe di medici e volontari: “invitiamo chiunque voglia farsi il test a recarsi in Croce Rossa (in Via Ramazzini, 31) dalle 9.30 alle 15.30,  e in Piazza del Popolo dalle 17.00 a mezzanotte, dove saremo presenti con le tende da campo della CRI. Inoltre i nostri camper dell’Unità di Strada, gestiti dagli operatori di Villa Maraini, saranno a Tor Bella Monaca e alla Stazione Termini dalla mattina alla sera, per incontrare come di consueto i tossicomani, offrendo a tutti i passanti la possibilità di sottoporsi ai test gratuitamente” conclude la Diodati. 

 

La strategica collaborazione con il Reparto di Malattie Infettive di Tor Vergata consentirà ai pazienti che vogliono approfondire gli esami o che sono risultati positivi ai test, un percorso assistenziale agevolato “l’esperienza che in questi mesi abbiamo condotto con i colleghi e gli amici di Villa Maraini ha dimostrato come una buona collaborazione permetta di trattare con successo sia per l’infezione da HCV che per quella da HIV pazienti complessi come sono quelli che fanno uso di sostanze tossiche per via endovenosa. Trattare queste persone è di fondamentale importanza non solo per la loro salute ma anche in termini di sanità pubblica per impedire l’ulteriore diffusione di queste infezioni” dichiara il Prof. Massimo Andreoni, Primario del Reparto e Presidente del Società Italiana Malattie Infettive e Tropicali. 
 

Massimo Barra, fondatore di Villa Maraini rimarca: “il 28 luglio torniamo ad accendere i riflettori sull’Epatite C, malattia ‘professionale’ che ancora interessa la maggioranza dei tossici per via endovenosa. Chiediamo con forza al governo di rimuovere gli ostacoli di natura economica che si frappongono alla terapia per tutti coloro che sono ammalati del virus. Migliorare la salute complessiva della popolazione migliora anche il tono dell’umore della gente, attualmente depresso nel nostro paese, per cui le spese per la salute sono le uniche sulle quali non si dovrebbe discutere”.

 

Approfondimento
– Nel mondo quasi 1 milione e mezzo i casi di Epatite A che si verificano ogni anno, circa 2 miliardi le persone che hanno contratto l’Epatite B, più di 100 milioni sono le persone alle prese con il l’Epatite C.

– L’Italia è tra i primi paesi al mondo per numero di persone infette da Epatite C (circa 1,5 milioni di casi), solo il 10-15% sa di essere infetto. L’Epatite C causa il maggior numero di decessi tra le malattie infettive trasmissibili ed è la prima causa di trapianto di fegato al mondo;

– Nel 2014 in Italia, 3.695 persone hanno scoperto di essere HIV positive. Su circa 150 mila persone viventi con il virus esiste una quota pari al 15-25% che non sa di esserlo;

– Il 30% delle persone con HIV ha contratto anche il virus dell’epatite C.

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
23955 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014