torna su
24/09/2020
24/09/2020

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Italiani divisi sulle scelte del governo in tema di Covid-19

In questi giorni tutti si sentono esperti e in grado di discutere sulle decisioni (forti) del governo e dell’ISS in una giostra degna del grande fratello Vip

Anna Ricca
di Anna Ricca | 2020-02-26 26/02/2020 ore 13:00

Nel momento dell’emergenza pare che gli italiani si dividano (come sempre) in due fazioni ben distinte e combattive.

C’è chi accetta le scelte del Governo ritenendole, quanto meno doverose e precauzionali e chi, invece, le critica giudicandole eccessive e suggestive di scenari apocalittici.

Il coronavirus mette ognuno di noi di fronte alla propria capacità di vivere confrontandosi con la realtà che investe il sociale. Quindi, cancellate molte partite di calcio ecco scendere in campo squadrette di incompetenti verbosi contro ragionevoli tolleranti.

La palla ovviamente resta ferma a centrocampo. 

I primi vedono negli atteggiamenti razzisti/compulsivi di una certa nuova pseudo destra premonizioni e avvertimenti degni di Nostradamus.

I secondi, invece, anche se non sempre con gran piacere, si affidano a decisioni e giudizi collegiali di istituzioni ed esperti.

I primi, tanto per non smentirsi, saccheggiano i supermercati vantandosene poi, con gli amici, al bar.

I secondi, benché un filo preoccupati, ma non sentendosi (ancora) sotto assedio evitano di trasformare il salotto di casa in un bunker alimentare.

Il coronavirus (ora indicato con la sigla Covid-19) sta mettendo a nudo il nostro livello di sviluppo sociale.

Ci pone, singolarmente e quindi nell’interezza nazionale davanti al famoso specchio che riflette o, un profondo menefreghismo e rozzezza oppure una raggiunta responsabilità e razionalità.

Un solo argomento mette d’accordo le due “fazioni”: la totale disunità dell’Europa nell’applicazione di protocolli e provvedimenti che dovrebbero essere comuni. Questo atteggiamento MAI solidale, MAI collettivo è la vera grave calamità che infetta pesantemente quell’accozzaglia di stati e governi che ci ostiniamo a chiamare “Europa Unita”

Stampa

A proposito dell'autore

Anna Ricca
625 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014