La lattoferrina protegge davvero dal coronavirus?

Burioni, nessuna evidenza su efficacia

Negli ultimi giorni è tornata a circolare la notizia di un presunto integratore alimentare che sarebbe in grado di «bloccare» il Covid-19. Si tratta della lattoferrina e le prime tracce della notizia risalgono alla scorsa estate, quando a luglio 2020 il Tg regionale del Lazio aveva dedicato un servizio allo studio condotto dalle università romane La Sapienza e Tor Vergata per testare i gli effetti della lattoferrina nel trattamento della malattia da nuovo coronavirus.

«Il sistema di difesa dei bambini risponde rapidamente alle infezioni con l’immunità naturale aspecifica e con la produzione di anticorpi – avevano spiegato dal Policlinico – Una proteina dell’immunità naturale, la lattoferrina presente già nel latte materno, protegge dalle infezioni come una rete a maglie strette, impedendo ai patogeni (virus, batteri, funghi) il passaggio nelle cellule della mucosa respiratoria e intestinale».

Secondo la professoressa Elena Campione, Associato della UOSD di Dermatologia del Policlinico Tor Vergata «le proprietà antivirali e antinfiammatorie della lattoferrina la candidano come molecola ideale per trattare i pazienti Covid19 positivi». Dopotutto  la lattoferrina è stata già usata contro la replicazione sia dell’HIV umano.

“Ricevo molte richieste in merito, per cui rispondo collettivamente a tutti. Non esiste nessuna evidenza clinica che indichi l’utilità della lattoferrina nel prevenire o curare Covid-19”. Lo scrive su Facebook il virologo dell’Università S.Raffaele di Milano, Roberto Burioni. Tra i vari centri di ricerca che stanno analizzando le possibilità della Lattoferrina, come proteina anti-covid, c’è anche l’Università Tor Vergata di Roma.

“E’ una ricerca italiana alla quale ho avuto il piacere e l’onore di partecipare, è un prodotto naturale, che serve a stimolare la nostra immunità. E’ un prodotto molto presente nei neonati. Abbiamo visto che somministrando la Lattoferrina si protegge molto l’immunità delle persone, gli infetti da Covid-19 riescono a liberarsi del virus molto prima rispetto a dei soggetti che sono infettati, ma non prendono questo prodotto. E’ una sostanza che va a chiudere le porte al virus nelle cellule. Un’azione che sembra molto promettente. Ovviamente stiamo allargando gli studi, ma certamente è un dato molto interessante”. Così un mese fa Massimo Andreoni, direttore dell’ Uoc malattie infettive Tor Vergata, parlava della ricerca sulla Lattoferrina a Cusano Italia Tv “Lo studio ha riguardato finora 100 persone affette da Covid, una numerosità ancora modesta, che necessita di ulteriori dati – concludeva Andreoni – Siccome questo è un prodotto naturale che si trova con molta facilità, molte persone hanno iniziato ad assumerlo e quindi è un qualcosa che nella pratica si sta già fortificando come dato. Però ovviamente, per serietà, dobbiamo aspettare risultati più ampi per avere ulteriori certezze”.

Stampa
Condividi
Pubblicato da Redazione

Articoli recenti

Roma, Ama: 40mila domande per selezione 100 operatori ecologici

Operai generici part time addetti allo spazzamento

12 ore fa

Covid: Nel Lazio record guariti, 1524. Casi sotto quota 2mila

Calano anche i decessi, rapporto tamponi/casi è all'8%

14 ore fa

San Giacomo: Raggi riscopre l’Ospedale abbandonato

La sindaca interviene a una manifestazione e sfida la Regione. Ma c’è chi obietta l’opportunità di una struttura ospedaliera nel…

14 ore fa

Roma/Recovery: La Regione progetta un Politecnico

Con un miliardo dal recovery fund prevista una istituzione di alta formazione sul modello di quelle esistenti a Milano e…

18 ore fa

2020: l’influenza che non c’è

Siamo quasi a fine novembre e quest'anno non si hanno notizie dell'usuale influenza. Forse il "virus è clinicamente morto"?

19 ore fa

D’Amato contro il Campidoglio: errore autorizzare apertura Maximo

Presto test salivari, in regione rischio da "alto" a "moderato"

2 giorni fa

Nubifragio Nuorese, 3 morti e 2 dispersi a Bitti

Le vittime sarebbero una coppia di anziani sorpresa dall'alluvione

2 giorni fa

A Natale torna Spelacchio a piazza Venezia

Videoproiezioni illumineranno piazza Navona

2 giorni fa

Covid: Iss, curva in calo ma no aggregazioni Natale

Porte chiuse anche alle settimane bianche

2 giorni fa

Questo sito utilizza cookie.