torna su
27/11/2020
27/11/2020

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Il fashion invade la città, tra moda e decoro urbano

Nella settimana più cool di Milano, anche le strade si rifanno il look

Avatar
di Redazione | 2016-11-26 1/03/2015 ore 22:04
(ultimo aggiornamento il 26 Novembre 2016 alle ore 19:37)

Il nostro viaggio nella settimana della moda milanese comincia così: con il naso all’ingiù. Alla vigilia della fashion week, infatti, in una piovosa giornata milanese è stata inaugurata la mostra a cielo aperto “Sopra il sotto – Tombini Art raccontano la Città Cablata”. Ventiquattro tombini d’autore, dipinti a mano e firmati da stilisti come Giorgio Armani, Cavalli, Prada e Dsquared2 coloreranno le strade del quadrilatero della moda fino a gennaio dell’anno prossimo. Poi, restaurati, saranno battuti all’asta da Christie’s e il ricavato sarà devoluto all’organizzazione non profit Oxfam Italia, Civil Society Participant di Expo 2015.

Ancor prima che le sfilate cominciassero, il 25 febbraio, la settimana della moda donna è stata inaugurata da numerosi eventi. Uno per tutti, l’ “Intimissimi Vision to come”, un allestimento ospitato nel salone d’onore della Triennale. Lì sono state raccolte le creazioni dei giovani talenti di alcune scuole di moda, coinvolte in un progetto per il supporto della creatività italiana. Molti giovani alla serata in cui è stata proclamata la vincitrice, Monica Di Biase, ma anche tanta stampa italiana e straniera e, naturalmente, i vertici dell’azienda – cioè il gruppo Calzedonia.

E poi, via alle sfilate, che si concluderanno il 2 marzo. Che cosa si è visto in questi primi giorni? Un inverno colorato su molte passerelle: non solo da Moschino, che tradizionalmente crede moltissimo nei colori accesi, ma anche da Cividini, Larusmiani e Prada. Eleganti e sobrie come sempre, invece, le collezioni Emporio Armani e Anteprima, della giapponese Izuno Ogino, minimal e molto femminile, sempre in grado di stupire.

Tanti debutti, anche, fra cui quello di Paula Cademartori con la sua linea di calzature e quello di Vivetta, ospite  dell’Armani Teatro.

E infine gli eventi, quelli con cui le maison sanciscono il debutto delle collezioni o inaugurano nuovi store: come quello di Dsquared2 a Porta Nuova, che si conferma nuovo polo d’attrazione della moda, in attesa di ospitare anche le sfilate. Certo, però, il cuore degli eventi è stato come sempre il cuore di Milano, con una menzione particolare al distretto delle 5Vie, tra la Pinacoteca Ambrosiana e piazza Affari, dove già si avverte la vivacità del FuoriSalone. Senza dimenticare i saloni di abbigliamento e accessori come White in via Tortona, dedicato alla moda contemporary, e Super a Fieramilanocity.

Una curiosità. Sembra proprio che anche l’alta moda confermi una tendenza degli ultimi mesi: la riscossa dei tatuaggi – dalle lacrime glitter ai segni su mani e viso, rigorosamente temporanei, però. Veri e propri beauty tattoo.

 

t.p.

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
24247 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014