torna su
29/10/2020
29/10/2020

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Colori, femminilità e bolle di sapone alla fashion week

Il nostro diario dalle sfilate – parte seconda

Avatar
di Redazione | 2016-11-26 5/03/2015 ore 22:17
(ultimo aggiornamento il 26 Novembre 2016 alle ore 19:38)

Chi stava passeggiando in via Montenapoleone nel bel mezzo della settimana della moda milanese, potrebbe essersi sentito tornare bambino, con le centinaia di bolle di sapone che cadevano dal cielo – o meglio, dal balcone dell’edificio dove si stava tenendo un evento di Le Silla, il brand di calzature di lusso. La fashion week, a dispetto delle sfilate rigorosamente su invito, invade sempre e comunque tutta Milano, Quadrilatero della moda in testa, dove si concentrano gli eventi delle diverse maison e dove, quindi, il via vai di vip è assicurato.

E del resto, volenti o nolenti, un po’ tutti in questa settimana assistono alle sfilate fuori programma: quelle di giornalisti di moda, blogger o semplicemente fashion addicted che popolano la città sfoggiando mises a volte stravaganti, altre volte però degne di nota.

Sulle passerelle comunque, quelle vere, il fil rouge della prossima stagione autunno-inverno è senza dubbio l’attenzione ai dettagli. Dettagli protagonisti, infatti, anche nella seconda parte della fashion week milanese. Gli accessori sono molto spesso ispirati al mondo dei toys: i giocattoli. Pensiamo quindi non solo alle spille importanti di Prada e Gucci, ma anche ai toys e agli orologi al collo firmati Moschino, agli zaini in spalla di Leitmotiv, ai dettagli floreali di Fendi e alle sciarpe di Cividini, alcune dipinte a mano con un rullo da imbianchino. E poi alle pellicce di Ermanno Scervino e alla collezione creata da Furla, ancora una volta un inno all’italianità che conta anche pezzi decisamente giocosi, come le borse-peluche.

E ancora, tanti colori. I contrasti non sono più prerogativa dell’estate. Sarà anche perché le stagioni non sono più quelle di una volta, come ormai si sente ripetere. Dai gialli e viola di Kristina T ai  dettagli celesti o rosso lacca di Cividini fino ai vestiti da sera di Giorgio Armani, che è tornato a chiudere, con Dsquared2, la settimana della moda in concomitanza dei festeggiamenti per i quarant’anni della sua azienda.

Da segnalare poi un ritorno che di sicuro piacerà a molti: quello alla femminilità. Esaltata, oltre che da Armani, soprattutto dalle creazione, e dal vero e proprio spettacolo messa in scena da Dolce&Gabbana, con il loro “omaggio alla mamma”: in passerella hanno sfilato anche la modella italiana Bianca Balti, al sesto mese di gravidanza, e altre modelle con i rispettivi figli neonati.

 

t.p.

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
24000 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014