torna su
25/02/2021
25/02/2021

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Apre il nuovo Hotel Gallia firmato Piva. E Qatar

Ristoranti, spa, 235 camere e una delle più grandi suite presidenziali d'Italia

Avatar
di Redazione | 2016-11-26 12/05/2015 ore 20:27
(ultimo aggiornamento il 26 Novembre 2016 alle ore 19:44)

Nell’emozione del general manager Marco Olivieri si è letto tutto: i tre anni e mezzo di lavoro, i 5 mila disegni tracciati dall’architetto Marco Piva, la complessità di un progetto per il quale pubblico e privato hanno dovuto lavorare a stretto contatto e che, alla fine, ha riconsegnato ai milanesi un pezzo di storia cittadina.

Il 12 maggio è stato infatti ufficialmente inaugurato il nuovo Excelsior Hotel Gallia, quell’albergo aperto nel 1932 e ben noto ai milanesi perché ha sempre ospitato i protagonisti del calcio mercato – che poi si spostarono poco più in là, all’hotel Hilton.

Al taglio del nastro c’erano proprio tutti: dal presidente della regione Lombardia Roberto Maroni all’assessore comunale al Commercio Franco D’Alfonso, dal pluripremiato architetto Piva al presidente di Starwood Hotels & Resorts per Europa, Africa e Medio Oriente Michael Wale. E poi, naturalmente i proprietari, rappresentati dallo sceicco Nawaf Bin Jassim Bin Labor Al-Thani, presidente di Katara Hospitality.

La società qatariota inaugura così il suo secondo gioiello in Italia, dopo l’acquisto dello storico St Regis a Roma – senza contare la recente acquisizione del quartiere di Porta Nuova. Ed ecco allora che il Gallia torna al suo antico splendore, con 235 camere di cui 53 suite. Tra queste, cinque stanno particolarmente a cuore all’architetto che le ha firmate, perché sono dedicate ad altrettanti protagonisti del design italiano, di cui ospitano anche alcune creazioni: da Giò Ponti ad Achille Castiglioni. E poi c’è la suite reale, la Katara Suite, che con i suoi mille metri quadrati (fra terrazze e spa privata) è una delle suite presidenziali più grandi d’Italia. E costa circa 20 mila euro a notte.

Nel complesso, il nuovo Gallia reinterpreta in chiave moderna gli anni Trenta e la Belle Epoque, ed è una vera e propria galleria d’arte con oltre 500 opere custodite, tra dipinti sculture e documentazione fotografica.

Ma il Gallia intende anche recuperare il rapporto con la città, e per questo i ristoranti, i bar e anche la spa Shiseido – la prima e unica in Italia – sono tutti aperti anche a chi non è ospite dell’albergo. Su tutti merita una tappa il bar ristorante all’ultimo piano, con una terrazza dalla splendida vista su Milano. Anche la cucina porta due firme d’eccezione: i tre stelle Michelin Enrico e Roberto Cerea.

 

t.p.

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
24935 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014