torna su
25/02/2021
25/02/2021

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Make in Italy e i 50 anni di innovazioni. Tutte italiane

In mostra i prodotti che hanno cambiato la storia mondiale

Avatar
di Redazione | 2016-11-26 20/05/2015 ore 12:16
(ultimo aggiornamento il 26 Novembre 2016 alle ore 19:44)

Ritrovarsi davanti a chi ha inventato il primo microchip, o alle menti da cui nacque quella Programma 101 che poi si sarebbe evoluta nel primo personal computer, è un’esperienza incredibile. Emozionante, tanto più perché a distanza di decenni, l’entusiasmo di quegli uomini è esattamente lo stesso. Un entusiasmo capace di sprigionare un’energia tale da contagiare tutte le persone che stanno loro intorno.

L’occasione per incontrare Federico Faggin, inventore del microchip, Gastone Garziera e Giovanni De Sandre, che con Pier Giorgio Perotto idearono la 101, è arrivata a Milano, dove i tre ricercatori sono stati fra i protagonisti dell’inaugurazione di una mostra itinerante che, dopo Roma, è approdata al Museo della Scienza e della Tecnologia: “Make in Italy”.

Chi non ha potuto partecipare al taglio del nastro, può comunque respirare l’energia e l’innovazione che hanno caratterizzato l’Italia e le sue aziende negli ultimi cinquant’anni proprio qui, in questa mostra dove si ammirano creazioni come, appunto, il primo microchip e la P101, ma anche la prima macchina per il caffè spaziale, usata proprio in questi giorni da Samantha Cristoforetti sulla stazione spaziale internazionale, o il motore common rail della Fiat.

Promossa dalla onlus Make in Italy Cdb in collaborazione con Tim ed Ericsson (e il supporto di Italia Independent e Intel, ma anche Technogym e yoox.com), l’esposizione è parte di una mostra più ampia che continua sul sito di Expo, precisamente nel padiglione di Tim. Un omaggio alla creatività italiana che non ha fatto eccellere il Belpaese solo nel design e nella moda, come spesso si ricorda tralasciando invece i campi più scientifici.

E presentare “Make in Italy” nell’ambito dell’Esposizione Universale non è affatto un caso, perché il prototipo della P 101 venne presentata proprio all’Expo di New York del 1965. “Make in Italy” è allora un vero tuffo in cinquant’anni esatti di storia italiana, un percorso da gustare e da ammirare, ritrovando in sé un po’ di quel coraggio che, secondo Federico Faggin, è il motore dell’innovazione, insieme a quel po’ di umiltà che permette di trovare strada che, secondo tutti gli altri, non portano a nulla.

 

t.p.

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
24934 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014