Covid, ordinanza Lazio: per diagnosi positività basterà il test antigenico

Senza conferma molecolare.

Nel Lazio con un test antigenico positivo non servira’ la conferma del molecolare per la definizione di caso confermato Covid e conseguente disposizione di isolamento. E’ quanto prevede un’ordinanza firmata dal presidente della Regione Nicola Zingaretti. Il provvedimento prevede, inoltre, che un test antigenico negativo in persone sintomatiche necessitera’ di conferma con un secondo test antigenico rapido a distanza di 2-4 giorni o molecolare, esclusivamente sulla base della valutazione clinica (per esempio presenza e gravita’ dei sintomi).

L’ordinanza prevede che il test antigenico potra’, inoltre, essere utilizzato per la valutazione del termine dell’isolamento di un caso confermato Covid-19 e dei contatti dei casi positivi. Farmacie e laboratori dovranno garantire l’inserimento dei dati relativi ai test antigenici rapidi nei sistemi informatici regionali per permettere la tempestiva presa in carico dei positivi. Le attivita’ di presa in carico e tracciamento dovranno essere prioritariamente orientate alle “persone a rischio aumentato di forme gravi di COVID-19, incluse le persone non vaccinate”, alle “persone che vivono, lavorano, visitano o offrono servizi a persone ad elevato rischio di forme gravi di COVID-19”, alle “persone (contatti) che vivono insieme o che forniscono assistenza al caso positivo”, alle “persone che vivono, lavorano o visitano comunita’ chiuse, ambienti lavorativi affollati o eventi/contesti ad alto rischio di estesa diffusione virale” e ai focolai o cluster gia’ conosciuti.

Approfondimento nel dossier

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna