il riso italiano: da EXPO maggior tutela e informazione

Eccellenza italiana in cucina

E’ estate. Cambia il modo di vivere, di vestire e di mangiare. Ci si rivolge a piatti più “freschi” e stuzzicanti. E il RISO, spesso la fa da padrone. Immaginandovi bravissimi in cucina, per ora, non suggeriamo ricette ma qualche informazione su questo alimento. Ormai se ne trovano di tutte le “varietà”, di tutte le misure e di ogni provenienza. E vale la pena di fare una nota fondamentale che riguarda il consumatore e che va a garanzia della sua salute: per il riso deve essere indicata la filiera e la provenienza mentre per altri carboidrati di uso quotidiano no .Già questa è una bella scoperta! E altre ne saltano fuori dalle chiacchere fatte con Elena e Nicola Viazzo. Da generazioni: fanno, trasformano, vendono e parlano di chicchi. Sbucano un sacco di nomi che, sembrano esotici ma sono italianissimi. Apollo (profumato) Venere (nero) Ermes (rosso) Artemide (nero lungo) fino ai più noti come Carnaroli  o Maratelli. Praticamente tutte le varietà del mondo crescono nei nostri campi. Più Elena parla più ci accorgiamo che sappiamo ben poco di questa eccellenza italiana. Il nostro approccio è semplice: per il mio carrello della spesa scelgo la confezione che indica più chiaramente l’uso finale (risotto, minestra, insalata..), la coltura (bio), la lavorazione (integrale…) e il tempo di cottura. Insomma mettiamo nel piatto un alimento che non conosciamo a fondo. In ogni chicco ci sono tante virtù: vitamine, sali minerali, alta digeribilità, assenza di glutine, indice glicemico. E aggiungiamo “versatilità”. Che sia caldo o freddo, appena cucinato o “avanzato” ha 1000 possibilità di uso e riuso. Se poi si tratta di parboiled siamo sicuri che dopo un giorno sarà ancora più buono. Ma cosa significa parboiled?  Certamente NON PRECOTTO! Ma sottoposto a un trattamento complesso che ne “fissa” e migliora tutti i valori nutrizionali rendendoli meno volatili nella cottura. Questa lavorazione rende i chicchi più forti, meno appiccicosi e più profumati. Il parboiled si presta bene alla doppia cottura (ecco perchè è il preferito dagli chef) e si conserva più a lungo (meno attaccato dalle farfalline). L’eterno confronto (tutto italiano) tra il partito del riso e quello della pasta continuerà a colpi di diete, convinzioni, false intolleranze e profonda disinformazione. Chissà mai che, con il favore di EXPO, nascano delle note didattiche e finalmente chiare da suggerire anche come piccola spolverata di cultura scolastica? (anna ricca)

# filieracertificata

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna