Sanità: Ev, su caso aviaria istituzioni si attivino per evitare salto di specie

"Il focolaio deve essere gestito con grande attenzione"

“Il focolaio di influenza aviaria che si è sviluppato a partire da un allevamento di Ostia Antica deve essere gestito con grande attenzione. È necessario attivare tutti i protocolli del caso, informando la cittadinanza e i consumatori e attivando una sorveglianza accurata e serrata nei confronti di tutti gli allevamenti regionali”. Così il co-portavoce dei Verdi-Europa Verde di Roma, Guglielmo Calcerano, e Nando Bonessio, neo-eletto consigliere comunale a Roma per Europa verde.

“Apprendiamo che la Regione ha già predisposto una zona di protezione con raggio di 3 chilometri dall’allevamento e una zona di sorveglianza con un raggio di 10 chilometri. Ma occorre che le istituzioni si attivino al massimo per evitare il salto di specie, perché l’uomo può infettarsi con il virus dell’influenza aviaria a seguito di contatti diretti con animali infetti e/o loro secrezioni ed escrezioni”, concludono.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna