torna su
24/02/2021
24/02/2021

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Lombardia: Maroni, assurda norma che penalizza sistema Camere commercio

Avatar
di Redazione | 2016-11-26 25/07/2014 ore 13:54
(ultimo aggiornamento il 26 Novembre 2016 alle ore 19:23)

Milano, 25 lug 2014 – ”Siamo molto preoccupati per la norma del Decreto del 24 di giugno, che penalizza il Sistema camerale, dimezzando il contributo. Oltre il 50 per cento del contributo che arriva al Sistema camerale lombardo viene poi riutilizzato dalle Camere di commercio stesse per cofinanziare, insieme alla Regione Lombardia, il sostegno alle imprese. Se il Decreto passa cosi’, l’anno prossimo le Camere di commercio non avranno risorse a disposizione per cofinanziare l’Accordo di programma con Regione Lombardia e in questo modo tutte le nostre piccole e medie imprese saranno penalizzate”. Lo ha spiegato – riferisce una nota – il presidente della regione Lombardia, Roberto Maroni, nel corso della conferenza stampa tenuta a Palazzo Lombardia dopo la seduta della Giunta regionale. ”E’ una norma assurda, che non comporta risparmi per la spesa pubblica – ha sottolineato il presidente Maroni – poiche’ il contributo arriva tutto dalle imprese, ma comporta un grave danno per il sistema imprenditoriale lombardo, per questo ho sottoscritto, con il presidente di UnionCamere, un documento congiunto tra UnionCamere e Regione Lombardia, per spiegare al presidente Renzi quanto sia sbagliata questa norma, e per chiedergli di intervenire: ho consegnato questo documento qualche giorno fa a Renzi, in occasione dell’inaugurazione della Brebemi e speriamo davvero che Governo e Parlamento si accorgano dell’errore fatto”. com-stt sam

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
24926 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014