torna su
25/02/2021
25/02/2021

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Expo 2015: Costantino (Sel), spostare i Bronzi di Riace non ha senso

Avatar
di Redazione | 2016-11-26 3/09/2014 ore 15:11
(ultimo aggiornamento il 26 Novembre 2016 alle ore 19:26)

Roma, 3 set 2014 – La deputata calabrese di Sel Celeste Costantino scrive una lettera aperrta al ministro dei Beni culturali, Dario Franceschini, per chiedere che i Bronzi di Riace non siano portati a Milano in occasione dell’Expo 2015. I Bronzi sono ”dentro una camera iperbarica che li protegge – ricorda Costantino – , in piedi su piattaforme antisismiche che prevedono il peggio, al riparo da tutto cio’ che potrebbe metterli a repentaglio. Solo questo basterebbe per tagliare corto qualsiasi discussione e dibattito: opere cosi’ delicate, preziose, vulnerabili non possono e non devono subire altri stress. Non c’e’ solo di mezzo la conservazione attenta del nostro patrimonio artistico e archeologico ma c’e’ molto di piu’. C’e’ l’individuazione di una direzione e di una politica culturale. E in particolare qual e’ il ruolo che questo Governo vuole attribuire alla valorizzazione artistica del nostro Paese? L’Expo e’ un’occasione anche rispetto a questo?”. Quindi prosegue: ”Oggi anche il premier Renzi ha annunciato che spostare i Bronzi di Riace non ha alcun senso; sarebbe meglio valorizzare la Calabria. L’investimento quindi sono piu’ voli a tariffe agevolate che permettano a tutti i visitatori dell’Expo di poter raggiungere agevolmente Reggio Calabria da Milano. La priorita’ e’ aprire tutte le altre sale del Museo nazionale della Magna Grecia. La vera sfida sarebbe creare una rete di strutture ricettive, turismo responsabile e servizi”. com-sgr

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
24926 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014