torna su
25/04/2019
25/04/2019

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Tragedia Pioltello, Mattarella: sicurezza trasporti è libertà

E il ministro Toninelli chiede scusa a nome dello Stato. Un anno fa l’incidente ferroviario in Lombardia: morirono tre donne e ci furono 46 feriti

Avatar
di Redazione | 2019-01-25 25/01/2019 ore 11:30

foto da twitter @Quirinale

Oggi  la commemorazione delle vittime della tragedia ferroviaria di Pioltello, avvenuta un anno fa nella tratta da Cremona a Milano Porta Garibaldi, che deragliò poco dopo essere uscito dalla stazione di Pioltello-Limito causando tre morti e 46 feriti.

“La sicurezza della rete di trasporti e l’efficienza del servizio costituiscono parte della qualità della vita, e della libertà stessa, della nostra comunità nazionale. Le garanzie sono affidate alle istituzioni pubbliche, agli organi di controllo e agli operatori, e non possono essere compresse o sacrificate in nome di altre priorità”. Lo ha detto il presidente della Repubblica Mattarella ricordando l’incidente ferroviario in cui persero la vita tre donne e ci furono numerosi feriti. Mentre il ministro delle infrastrutture e dei trasporti Danilo Toninelli ha detto “Chiedo scusa a nome dello Stato, ma bisogna fare di più, stiamo facendo di più”.

Per il Capo dello Stato “la tragedia del treno regionale, affollato di pendolari, che la mattina del 25 gennaio di un anno fa uscì dai binari, causando lutti e angosce, oltre che disagi nella vita di molti, rappresenta un monito. Vanno assicurati standard di controllo e di manutenzione atti a scongiurare rischi ai cittadini che utilizzano servizi pubblici”.

“Nel rinnovare i sentimenti di gratitudine verso i soccorritori e il personale sanitario, che affrontarono l’emergenza con dedizione e professionalità, rivolgo un saluto cordiale a tutta la comunità locale, che ha saputo unirsi nel sostegno e nella solidarietà e che ora, insieme ai familiari delle vittime e dei feriti, attende l’accertamento delle responsabilità nelle sedi giudiziarie”, conclude Mattarella.

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
19579 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014