torna su
11/04/2021
11/04/2021
Live TV

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Papa: felice di essere chiamato a proclamare santo Giovanni Paolo II

Avatar
di Redazione | 2016-11-26 25/04/2014 ore 11:01
(ultimo aggiornamento il 26 Novembre 2016 alle ore 19:10)

(ASCA) – Citta’ del Vaticano, 25 apr 2014 – ”Sono felice di essere stato chiamato a proclamare la sua santita”’ e ”sono grato a Giovanni Paolo II, come tutti i membri del Popolo di Dio, per il suo instancabile servizio, la sua guida spirituale, per aver introdotto la Chiesa nel terzo millennio della fede e per la sua straordinaria testimonianza di santita”’. Lo afferma oggi papa Francesco in un videomessagio inviato ieri sera ai polacchi tramite la TVP e Radio polacca alla vigilia della Canonizzazione. Francesco definisce papa Wojtyla un ”grande uomo e grande papa” e cita il suo predecessore papa Benedetto XVI che ”ha notato giustamente, tre anni fa, nel giorno della beatificazione del suo Predecessore, che quello che Giovanni Paolo II chiedeva a tutti, cioe’ di non avere paura e di spalancare le porte a Cristo, egli stesso lo ha fatto per primo”. ”Sappiamo tutti che, prima di percorrere le strade del mondo, Karol Wojtyla – ha detto il papa nel suo videomessaggio – e’ cresciuto al servizio di Cristo e della Chiesa nella sua patria, la Polonia. Li’ si e’ formato il suo cuore, cuore che poi si e’ dilatato alla dimensione universale, prima partecipando al Concilio Vaticano II, e soprattutto dopo il 16 ottobre del 1978, perche’ in esso trovassero posto tutte le nazioni, le lingue e le culture. Giovanni Paolo II si e’ fatto tutto a tutti”. Francesco, quindi, ringrazia ”il popolo polacco e la Chiesa in Polonia per il dono di Giovanni Paolo II. Tutti siamo stati arricchiti da questo dono. – afferma – Giovanni Paolo II continua ad ispirarci. Ci ispirano le sue parole, i suoi scritti, i suoi gesti, il suo stile di servizio. Ci ispira la sua sofferenza vissuta con speranza eroica. Ci ispira il suo totale affidarsi a Cristo, Redentore dell’uomo, e alla Madre di Dio”. Sempre rivolgendosi alla Chiesa polacca, il pontefice ricorda che durante la recente visita ad limina Apostolorum dei Vescovi polacchi, ha sottolineato come ‘la Chiesa in Polonia continua ad avere grandi potenzialita’ di fede, di preghiera, di carita’ e di pratica cristiana. Ho messo anche in rilievo le sfide pastorali come la famiglia, i giovani, i poveri e le vocazioni al sacerdozio e alla vita consacrata”. ”Spero che la canonizzazione di Giovanni Paolo II, e anche di Giovanni XXIII, dia un nuovo impulso al quotidiano e perseverante lavoro della Chiesa nella vostra patria”. ”Invito tutti – conclude Francesco – a vivere profondamente la canonizzazione del beato Giovanni Paolo II e del beato Giovanni XXIII”. gc

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
25260 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014