torna su
15/04/2021
15/04/2021
Live TV

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Roma: il 12 5 concerto solidarieta' per AMREF a Terme Diocleziano

Avatar
di Redazione | 2016-11-26 6/05/2014 ore 17:14
(ultimo aggiornamento il 26 Novembre 2016 alle ore 19:12)

(ASCA) – Roma, 6 mag 2014 – La solidarieta’, la musica, l’arte e la bellezza per lanciare una nuova grammatica del lavoro. Questi i linguaggi scelti da SNFIA, il Sindacato Nazionale Funzionari Imprese Assicuratrici, per trasmettere il proprio messaggio. L’organizzazione sindacale che rappresenta le alte professionalita’ assicurative organizza infatti il prossimo 12 maggio alle ore 19 a Roma, presso il Museo delle Terme di Diocleziano, ”Terme in Concerto 2014”, la performance musicale per promuovere e sostenere la campagna del 5 per mille di AMREF, la principale organizzazione sanitaria no profit del Continente africano. SNFIA, informa una nota, affida alle note di Mozart, Sibelius, Puccini eseguite da alcuni musicisti del Teatro San Carlo di Napoli riuniti nel Gruppo Lirico Cosmophonia di Napoli il compito di far vibrare le corde della ”grande bellezza del lavoro”, evidenziando come proprio il lavoro, assieme all’arte, siano i principali strumenti che consentono all’uomo di conquistare fino in fondo la propria dignita’ e recuperare l’identita’ piu’ profonda. ”La partecipazione dei musicisti del Teatro San Carlo di Napoli – commenta il Segretario Generale di SNFIA Marino D’Angelo – sottolinea la volonta’ del nostro sindacato di esaltare e tutelare l’eccellenza dell’alta professionalita’ italiana, che rischia di perdere valore a causa della scarsa attenzione riservatale dalle Istituzioni. Dobbiamo – prosegue D’Angelo – difendere con determinazione il grande patrimonio artistico e culturale che rappresenta la ricchezza del nostro Paese. Un obiettivo che ha a che fare non solo con l’etica, ma anche con la convenienza economica della nostra societa”’. In un momento storico doloroso, che registra in Italia il 12, 7 PERCENTO di disoccupazione e 9 milioni di lavoratori disagiati (dati Istat marzo 2014), il Sindacato delle imprese assicuratrici punta sull’arte per superare i pregiudizi culturali, intercettare i bisogni dei differenti lavoratori e diffondere la propria filosofia del lavoro. SNFIA sceglie cosi’ anche la fotografia come linguaggio privilegiato per intercettare il bisogno di cultura, arte e bellezza della collettivita’ e sul palco del concerto del 12 maggio lancia un concorso fotografico realizzato in collaborazione con AMREF e aperto a professionisti e semplici appassionati della fotografia – ”Io amo il mio lavoro”. L’iniziativa, finalizzata a documentare il ruolo che il lavoro occupa nella vita delle persone, chiede ai partecipanti di scattare una foto che ritragga il lavoro stesso, qualsiasi esso sia, ma non nel suo semplice essere strumento di sostentamento quotidiano, bensi’ come motore nella realizzazione del se’. Solidarieta’ anche per il premio, con i vincitori che potranno viaggiare in Africa con la Ong. Ancora, simbolo vivente della volonta’ di SNFIA di superare anche attraverso l’arte schemi stantii e’ Achille Pace. Pittore astrattista di 91 anni, Pace portera’ il 12 maggio sul palco una sua opera, ”Superficie 01”, rispondendo con una ”pennellata” di provocatoria freschezza al concetto dell’aging, che, prescrivendo la ”rottamazione” dell’individuo-lavoratore giunto a una certa eta’, finisce per tagliare fuori dal mondo del lavoro molte fasce di eta’ produttive, come i 50enni, e inasprire cosi’ il conflitto generazionale. Per l’occasione le Poste Italiane celebrano l’opera di Pace e quelle di altri artisti come Boccioni, Sironi, De Chirico, Balla e Casorati con uno speciale annullo filatelico, disponibile durante la serata. red-gbt

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
25291 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014