torna su
13/08/2020
13/08/2020

ADV

CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Papa: in Terra Santa accompagnato da amico Rabbino ed esponente Islam

Avatar
di Redazione | 2016-11-26 15/05/2014 ore 13:35
(ultimo aggiornamento il 26 Novembre 2016 alle ore 19:14)

(ASCA) – Citta’ del Vaticano, 15 mag 2014 – Saranno il rabbino Abraham Skorka scrittore, biofisico, ed attualmente Rettore del Seminario Rabinico Latinoamericano a Buenos Aires e l’esponente islamico Omar Abboud, Presidente dell’Istituto per il dialogo Interreligioso di Buenos Aires ad accompagnare papa Francesco nel suo possimo viaggio apostolico in Terra Santa. A confermarlo e’ stato oggi il direttore della Sala Stampa vaticana, padre Federico Lombardi nel corso di un breefing con i giornalisti sul viaggio che si terra’ da sabato 24 maggio a lunedi’ 26 maggio e che tocchera’ tre paesi: Giordania, Stato di Palestina e Stato di Israele. Padre Lombardi ha insistito sull’intensita’ del viaggio e sui molteplici impegni del papa nei soli tre giorni di viaggio spiegando poi che per gli spostamenti non usera’ ne’ una papamobile, ne’ auto blindata ma una ”macchina normale” e una jeep scoperta, come quella utilizzata nelle udienze generali, che usera’ in due occasioni: nello stadio di Amman in Giordania dove celebrera’ messa nel pomeriggio di sabato e a Betlemme durante il tragitto che va dal palazzo presidenziale alla Mangiatoia ”per incontrare la gente che lo vorra’ salutare”. Papa Francesco, terra’ in tutto 13 o 14 discorsi, ”molti ma anche brevi sullo stile del pontefice”, senza pero’ pronunciare discorsi alla partenza e questo perche’ si e’ scelto, ha spiegato padre Lombardi, di non tenerli alla parteza da tutti e tre i paesi ”per un criterio di omogeneita”’. Per quanto riguarda, invece, il delicato tema della sicurezza, sempre il portavoce ha spiegato che ”e’ un compito di chi fa i sopralluoghi di preparazione” ai viaggi. ”Non sono risultati problemi particolari – ha poi aggiunto -. Naturalmente ci sono paesi che ospitano e che si sentono responsabili della buona riuscita della visita”. Comunque, il criterio desiderato dal papa, cioe’ quello di spostarsi senza macchina blindata ”e’ stato attuato anche in questo caso”. Piccolo rebus, invece, per uno dei gesti piu’ attesi: quello del lasciare un pensiero o una preghiera nelle fessure del Muro del Pianto alla Spianata del Tempio a Gerusalemme. Una visita che il papa ed il suo seguito compira’ lunedi’ 26 maggio alle 9 del mattino. Padre Lombardi ha spiegato che ancora non si sa se papa Francesco lascera’ una preghiera in una busta chiusa e il cui contenuto non sara’, quindi, reso noto o in un foglio aperto e con il contenuto divulgabile. gc

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
23436 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014