torna su
24/11/2020
24/11/2020

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Papa: chi giudica gli altri e' un ipocrita. E spesso sbaglia giudizio

Avatar
di Redazione | 2016-11-26 23/06/2014 ore 12:40
(ultimo aggiornamento il 26 Novembre 2016 alle ore 19:19)

(ASCA) – Citta’ del Vaticano, 23 giu 2014 – Chi giudica il prossimo ”sbaglia, semplicemente perche’ prende un posto che non e’ per lui. Ma non solo sbaglia, si confonde anche. E’ tanto ossessionato da quello che vuole giudicare, da quella persona – tanto, tanto ossessionato! – che quella pagliuzza non lo lascia dormire!”. A chiedere di astenersi da giudicare il proprio prossimo e’ stato oggi papa Francesco. Commentando il Vangelo proposto dalla odierna liturgia, nel corso della sua omelia nella messa mattutina a Casa Santa Marta, papa Francesco ha ricordato che chi giudica gli altri, spesso, ”confonde la realta’. E’ un fantasioso”, ma soprattutto risulta uno ”sconfitto, finisce male, perche’ la stessa misura sara’ usata per giudicare lui. Il giudice che sbaglia posto perche’ prende il posto di Dio – superbo, sufficiente – scommette su una sconfitta. E qual e’ la sconfitta? Quella di essere giudicato con la misura con la quale lui giudica”, ha proseguito Francesco. ”L’unico che giudica e’ Dio e quelli ai quali Dio da’ la potesta’ di farlo”, ha aggiunto il pontefice che ha poi invitato a scorgere l’atteggiamento avuto dallo stesso Cristo nella sua esistenza terrena. ”Gesu’, davanti al Padre, mai accusa! E’ il contrario: difende! – ha fatto notare – E’ il primo Paraclito. Poi ci invia il secondo, che e’ lo Spirito. Lui e’ il difensore: e’ davanti al Padre per difenderci dalle accuse. E chi e’ l’accusatore? Nella Bibbia, si chiama ‘accusatore’ il demonio, satana. Gesu’ giudichera’, si’: alla fine del mondo, ma nel frattempo intercede, difende”.
Da qui le conclusioni: chi giudica diviene ”un imitatore del principe di questo mondo, che va sempre dietro le persone per accusarle davanti al Padre”. ”Se noi vogliamo andare sulla strada di Gesu’, piu’ che accusatori dobbiamo essere difensori degli altri davanti al Padre. Io vedo una cosa brutta a un altro, vado a difenderlo? No! Ma stai zitto! Vai a pregare e difendilo davanti al Padre, come fa Gesu’. Prega per lui, ma non giudicare! Perche’ se lo fai, – ha concluso il papa – quando tu farai una cosa brutta, sarai giudicato. Ricordiamo questo bene, ci fara’ bene nella vita di tutti i giorni, quando ci viene la voglia di giudicare gli altri, di sparlare degli altri, che e’ una forma di giudicare”. gc

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
24215 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014