torna su
22/09/2020
22/09/2020

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Roma: cellulari rubati a turisti e rivenduti all'estero, 22 indagati (2)

Avatar
di Redazione | 2016-11-26 9/07/2014 ore 12:11
(ultimo aggiornamento il 26 Novembre 2016 alle ore 19:21)

(ASCA) – Roma, 9 lug 2014 – Tale dato investigativo – prosegue la ricostruzione dei carabinieri della compagnia Roma centro – ha consentito di indirizzare le indagini verso i canali di riciclaggio della refurtiva, fino ad accertare come i membri del sodalizio criminale avessero creato un vero e proprio ”sistema d’allarme telefonico” in cui ogni borseggiatore o ricettatore a lavoro si premurava di informare tutti gli altri associati della presenza di pattuglie delle forze di polizia all’interno della metropolitana o dei mezzi pubblici indicando addirittura il reparto di provenienza e, in alcuni casi, i nomi dei militari in servizio. Tutti i borseggiatori una volta in possesso della refurtiva si portavano verso Piazzale Flaminio o in alcuni casi a Piazza Vittorio Emanuele dove i ricettatori li attendevano per recuperare il ‘bottino’. Gli investigatori sono poi riusciti a risalire ad un esperto informatico, italiano, che, per conto dell’associazione, si preoccupava di acquisire su internet i codici di sblocco dei telefoni che consentono di eliminare gli stessi dalle ”black-list” delle compagnie telefoniche e della case di produzione, ostacolando in tal modo l’identificazione della provenienza delittuosa e garantendo la possibilita’ di rivendere la refurtiva: in parte veniva commercializzata a Roma (in particolare al mercato di ”Porta Portese”) e, per il resto, veniva spedita nei paesi del Nord Africa. Il giro d’affari generato dall’attivita’ illecita si attestava, mediamente, intorno ai 60mila euro mensili, considerando che gli associati riuscivano a spedire all’estero circa 150 telefoni cellulari di ultima generazione, per un prezzo medio di 300-400 euro cadauno. Complessivamente, sono 80 i telefoni cellulari, cinque i pc portatili e sei le macchine fotografiche rubate recuperate prima che venissero spedite in Marocco, via corriere. A cio’ si aggiungono 60 telefoni sequestrati a Porta portese. In tutto sono circa 70 gli smartphone restituiti ai legittimi proprietari. Restando nell’ambito dei risultati operativi dell’indagine ‘Apple’ sono da registrare l’arresto in flagranza di oltre 200 persone e la denuncia in stato di liberta’ di 26 persone per il reato di ricettazione e di 2 persone per il reato di riciclaggio. com-stt cam rob

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
23717 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014