torna su
08/03/2021
08/03/2021

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Roma: Cutini su social card, servono politiche piu' snelle e incisive

Avatar
di Redazione | 2016-11-26 4/09/2014 ore 16:17
(ultimo aggiornamento il 26 Novembre 2016 alle ore 19:26)

Roma, 4 set 2014 – ”Uno strumento che a causa delle procedure burocratiche previste sta perdendo il suo valore di sostegno economico ai piu’ fragili e di presenza delle istituzioni accanto ai piu’ poveri”. Cosi’ l’assessore al Sostegno Sociale e Sussidiarieta’ di Roma Capitale, Rita Cutini, giudica la nuova Carta Acquisti Sperimentale. Un giudizio condiviso dagli assessori delle Grandi Citta’ dell’Anci, che da tempo hanno costituito un Tavolo per portare avanti Politiche Sociali comuni, dando priorita’ alla lotta alla poverta’ estrema. Quello che doveva essere un mezzo di aiuto per i piu’ fragili si sta rilevando un benefit per pochi. Tutto a causa dei requisiti stringenti, dei passaggi burocratici tra diverse istituzioni, dei mille controlli che rischiano di rimpallare le domande da una parte all’altra. Eppure la crisi economica non aspetta, non ha tempi lunghi, sta divorando fasce intere di popolazione italiana. Questo e’ un tema che richiede piu’ velocita’ e piu’ coraggio nella risposta, come dallo stesso Ministero del Welfare hanno detto, giudicando questo strumento troppo lento e farraginoso. ”Da parte nostra – conclude Cutini – c’e’ tutto l’impegno per sbloccare la situazione al piu’ presto e siamo convinti di trovare nel ministro Poletti un interlocutore sensibile, come ha gia’ dimostrato di essere. E’ chiaro che per il futuro vanno pensate politiche di contrasto alla poverta’ piu’ snelle e incisive”. bet gc

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
25020 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014