torna su
20/09/2020
20/09/2020

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Olimpiadi a Roma, dagli ambientalisti c'è interesse

forte innovazione e discontinuità in tutti i campi ecologicamente sensibili

Avatar
di Redazione | 2016-11-26 22/06/2015 ore 10:12
(ultimo aggiornamento il 26 Novembre 2016 alle ore 19:47)

Le maggiori associazioni ambientaliste presenti in Italia guardano con interesse alla candidatura olimpica di Roma 2024, se il progetto e la sua eventuale realizzazione seguiranno criteri realmente ecologici, dall’energia alla mobilità al consumo di suolo, alla tutela della biodiversità, alla valorizzazione del patrimonio culturale di Roma. Condizione inderogabile è che la candidatura olimpica di Roma rechi il segno di una forte innovazione e discontinuità in tutti i campi ecologicamente sensibili, che in tutti i passaggi sia garantita la massima trasparenza e legalità delle procedure e il pieno accesso dei cittadini alle informazioni legate all’evento, che Roma 2024 diventi l’occasione per progettare la Roma del futuro decidendo preventivamente per tutti gli interventi il successivo utilizzo nell’interesse della città e individuando su questa base le aree urbane coinvolte nel progetto. E’ questa la posizione espressa da Fai, Greenpeace, Italia Nostra, Legambiente, Lipu e Wwf al termine di due giorni di confronto in cui i massimi rappresentanti nazionali e romani delle associazioni hanno incontrato prima in Campidoglio il sindaco di Roma Ignazio Marino, poi il presidente del Coni Giovanni Malagò, il presidente del Comitato promotore di Roma 2024 Luca Cordero di Montezemolo, la “general coordinator” del Comitato Claudia Bugno, il presidente del comitato Paraolimpico Luca Pancalli. (g.f.)

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
23696 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014