torna su
01/12/2020
01/12/2020

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Palaexpo/Bernabè: da Marino solo tagli indiscriminati

Per il sindaco di Roma Ignazio Marino arriva un’altra autorevole bocciatura

Avatar
di Redazione | 2016-11-26 24/06/2015 ore 9:21
(ultimo aggiornamento il 26 Novembre 2016 alle ore 19:47)

Per il sindaco di Roma Ignazio Marino arriva un’altra autorevole bocciatura. E questa volta nel settore culturale, fra i più strategici per la Capitale. ‘’Il problema del Palaexpo rientra nel problema generale di Roma. Che non può passare attraverso tagli indiscriminati. Va riorganizzato l’intero sistema dei servizi. E quelli per i quali mancano le risorse vanno chiusi, ma non mi sembra proprio il caso di Palaexpo alla luce delle sue capacità di autofinanziamento. Occorre chiarezza. Il Comune deve dire che alcune cose se le può permettere e altre no.’’  Franco Bernabè, manager di lungo corso,  stigmatizza un aspetto della mancata riorganizzazione della Capitale che ha coinvolto anche il polo culturale, che insieme alle Scuderie del Quirinale, presiede da un anno. Secondo Barnabè, che si è dimesso dall’incarico insieme a tutto il cda, tra pagamenti del personale, gestione e amministrazione Palaexpo ha bisogno di almeno undici milioni, mentre il Comune mette a disposizione solo 8 milioni e senza nemmeno firmare il contratto di servizio che lo impegnerebbe. Nell’intervista a ‘’Il Messaggero’’ il manager assicura comunque la continuazione dei programmi sia perché rimarrà in carica finché sarà nominato un altro consiglio, sia perché quest’anno ci saranno due milioni di finanziamenti derivanti da sponsor, ricavi dalle biglietterie in aumento e altre entrate autonome.

 

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
24266 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014