torna su
23/09/2020
23/09/2020

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Ghiaccioli agli animali del Bioparco contro il caldo

Acqua, vasche e frutta per tutti gli animali dello zoo

Avatar
di Redazione | 2016-11-26 1/07/2015 ore 18:17
(ultimo aggiornamento il 26 Novembre 2016 alle ore 19:48)

“A seguito dell’ondata di caldo infernale causata dall’anticiclone delle Azzorre Flegetonte, lo staff zoologico del Bioparco adotta degli accorgimenti che consentono agli animali di affrontare il caldo torrido”. Così in una nota il Bioparco. “Tutti i nostri animali – spiega il Presidente della Fondazione Bioparco di Roma, Federico Coccìa – hanno a disposizione acqua a volontà per docce rinfrescanti, come nel caso dei licaoni, vasche dove immergersi, come per tigri, elefanti e lupi, grandi piscine, come per gli orsi e naturalmente ampie zone d’ombra”. “In questo periodo bollente, continua Coccìa, le tre femmine di orango – Petronilla e le sue due figlie, Martina e Zoe – ricevono dai guardiani ghiaccioli a base di frutta e verdura fresca a volontà a integrazione della loro dieta giornaliera. Oltre a dare refrigerio, i ghiaccioli sono una forma di arricchimento ambientale e consentono agli animali di rimanere attivi e aguzzare l’ingegno per trovare il cibo – si legge nel comunicato – I sette coati, due maschi e cinque femmine, si rinfrescano con ghiaccioli contenenti ananas, banane e mele, insieme a datteri o fichi secchi, integrati da pellettato; il tutto ‘condito’ da larve e uova. Nessun problema per le scimmie più piccole del mondo, che provengono dalla foresta tropicale amazzonica, che mangiano frutta insieme a nettare, con contorno di…insetti!”. (gc)

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
23728 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014