torna su
27/11/2020
27/11/2020

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Di Berardino (Cgil), nulla da rimproverarci su Ama e Atac

Ritardi da imputare ad azienda e in parte a Campidoglio

Avatar
di Redazione | 2016-11-26 5/08/2015 ore 15:30
(ultimo aggiornamento il 26 Novembre 2016 alle ore 19:52)

“Con Ama è stato sottoscritto un accordo per mettere mano alla pulizia straordinaria della città utilizzando al meglio la forza lavoro dell’azienda. Oggi c’è un ulteriore incontro in cui Ama presenterà un piano complessivo di riorganizzazione e noi siamo disponibili a trovare nuove soluzioni per migliorare il servizio”. Lo ha detto il segretario di Cgil Roma e Lazio Claudio Di Berardino, in un colloqui con Omniroma. E in merito ai disagi dei giorni scorsi, sia per quanto riguarda la pulizia della città che per quanto concerne il trasporto pubblico locale, ha aggiunto: “Non abbiamo nulla da rimproverarci nè sulla vicenda Ama nè sulla vicenda Atac. Abbiamo sempre denunciato la necessità di cambiare le vecchie prassi e le vecchie logiche. Ci sono stati ritardi nell’affrontare la riorganizzazione del lavoro e l’efficientamento nella raccolta e questi ritardi sono da imputare all’azienda e in parte al Campidoglio ma non certo a noi”. Su Atac poi Di Berardino ha aggiunto: “Ci siamo resi protagonisti di un accordo storico con l’azienda perché sono state cancellate un insieme di contrattazioni nel corso degli anni scorsi. Abbiamo sottoscitto un accordo storico sulla produttività che ha il compito di riorganizzare il lavoro del personale Atac. Questo accordo si fonda su un contratto di servizio che il Comune ha conferito ad Atac e ad un piano industriale precedentemente definito. Questo accordo rimane basilare anche per salvare Atac e per il futuro abbiamo avanzato una proposta che è quella di avere una vera e propria riforma del Tpl prevedendo la costituzione di un’unica azienda della mobilità realizzando una effettiva integrazione del trasporto pubblico per spazzare via tanti Cda e stazioni appaltantanti e anche la costituzione di un’unica azienda per la manutenzione di mezzi. Il Comune si è impegnato a verificare la fattibilità di questa proposta. Voglio ricordare inoltre l’accordo entrato in vigore il 1 agosto, quello sui turni che prevede anche più ore di lavoro per i dipendenti. Abbiamo riorganizzato i turni per dere più servizi ai cittadini e questo ha comportato qualche sacrificio in più per i lavoratori. Stiamo ragionando di più sulla produttiva. Sul badge non abbiamo preclusioni, non siamo assolutamente contrari, anzi. Fa parte di una trasparenza che i lavoratori devono ricercare in tutti i modi. Ora aspettiamo una risposta per quanto riguarda il futuro dell’azienda entro i primi di settembre”. 

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
24237 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014