torna su
29/09/2020
29/09/2020

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

CDM, il giorno del giudizio per Marino

In Consiglio dei Ministri relazione di Alfano e decisione dell’esecutivo

Avatar
di Redazione | 2016-11-26 27/08/2015 ore 10:32
(ultimo aggiornamento il 26 Novembre 2016 alle ore 19:53)

Assessori sotto tutela, funzionari esautorati, un supervisore per il Giubileo, scioglimento del Municipio di Ostia. Sono queste alcune delle decisioni che dovrebbero uscire questa mattina dal Consiglio dei Ministri. In ballo c’è la questione romana e il suo rapporto con Mafia Capitale, la credibilità del sindaco Marino e la popolarità del segretario del suo partito, Renzi. Partite incrociate che nel CDM di oggi potrebbero essere risolte senza la “bomba” del commissariamento del Comune ma con misure drastiche per riportare legalità e normalizzare la macchina amministrativa capitolina. Per quanto riguarda le opere pubbliche e gli appalti sono in arrivo i controllori che dovranno setacciare gli atti e visionare i costi della macchina pubblica romana. Si fa il nome del Presidente dell’Autorità Anticorruzione Raffaele Cantone e dell’ex Assessore al Bilancio del Comune di Roma, Silvia Scozzese. Un controllo integrato da un sistema complessivo di coordinamento su Roma che dovrebbe essere diretto dal Prefetto Gabrielli. Una decisione in tal senso rientra nella relazione che lo stesso Gabrielli caldeggiava nel suo memorandum: necessità di commissari governativi – con poteri speciali – per vigilare sul corretto funzionamento dell’amministrazione cittadina. Infine indice puntato su un centinaio di dirigenti coinvolti con lo scandalo Mafia Capitale e Dipartimenti sotto tutela governativa. Parliamo delle politiche sociali, ambiente ed emergenza abitativa, ovvero quelli maggiormente esposti alle attenzioni della malavita. Obiettivo di Renzi è metter mano alla centrale unica per gli acquisti, eliminare gli affidamenti diretti e tutti gli atti dirigenziali sospetti.

L’Assessore alla Legalità Sabella poco fa si è detto “tranquillo” per una decisione che “non porterà nulla di sconvolgente”. C’è curiosità nel vedere i nomi dei funzionari da rimuovere e le gare sospette ancora non monitorate dall’amministrazione. Il momento del giudizio per Marino è vicino. Ma lui sta ancora ai Caraibi. (gds)

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
23762 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014