torna su
28/09/2020
28/09/2020

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Metro: Codacons, esposto su passeggeri chiusi a Flaminio

Incidente avvenuto sabato scorso

Avatar
di Redazione | 2016-11-26 16/09/2015 ore 11:16
(ultimo aggiornamento il 26 Novembre 2016 alle ore 19:55)

“Il Codacons ha presentato questa mattina presso la Procura della Repubblica di Roma l’annunciato esposto relativo alla vicenda dei passeggeri rimasti chiusi sabato scorso all’interno della stazione Flaminio della metropolitana di Roma”. Lo comunica, in una nota, il Codacons. Ecco il testo della denuncia inviata dall’associazione: “la scrivente associazione si trova nuovamente a dover sottoporre all’attenzione della intestata Procura l’ennesimo disagio ed increscioso episodio sulla linea A della metropolitana capitolina le cui conseguenze avrebbero potuto essere ben più gravi – si legge – Le disavventure di turisti, pendolari e comuni cittadini sui mezzi pubblici della capitale, che ogni giorno si ‘affidano’ al servizio pubblico dopo aver regolarmente pagato il biglietto e/o il loro abbonamento per un servizio che non è sicuramente all’altezza, sono ormai all’ordine del giorno e le pagine di cronaca documentano continuamente i disagi vissuti dagli utenti Atac in giro per la Capitale a causa di disservizi, incidenti o scioperi ‘selvaggi’. Quello però che si è verificato nella notte tra sabato 12 settembre e la mattina del 13 settembre nella stazione Flaminio della ‘metro a’ ha dell’increscioso e non può rimanere impunito essendo idoneo a configurare diverse responsabilità e fattispecie penalmente rilevanti. Oltre alla prestazione principale del trasferimento ATAC S.P.A. ha anche l’obbligo, non meno essenziale, di protezione e di vigilanza, cosa che nel caso di specie non si è verificato dal momento che la chiusura dei cancelli della stazione di Flaminio, mentre ancora era in funzione il servizio di metropolitana, ha lasciato i passeggeri bloccati all’interno, senza assistenza e senza servizi di vigilanza e sicurezza esponendoli ad un serio e concreto pericolo per la loro incolumità”. Per tale motivo il Codacons ha chiesto alla Procura di “utilizzare ogni strumento investigativo allo scopo di predisporre tutti i controlli necessari per accertare e verificare quanto contenuto nell’articolo Corriere della Sera accertando se nei fatti esposti possano celarsi a carico di tutti coloro che risulteranno responsabili le diverse fattispecie penali quali il reato ex art. 610 c.p violenza privata, al reato di cui all’art. 605 c.p. sequestro di persona con dolo eventuale, all’art. 328 c.p. Rifiuto di atti d’ufficio. Omissione, omesso controllo e vigilanza nonché il reato ex Art. 432 Attentati alla sicurezza dei trasporti, in quanto il comportamento posto in essere potrebbe essere idoneo a determinare un evento di pericolo concreto contro la pubblica incolumità”.(gc)

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
23749 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014