torna su
22/09/2020
22/09/2020

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Scuola: Unione Studenti, oggi pomeriggio presidio al Miur

Azioni in tutta Italia

Avatar
di Redazione | 2016-11-26 23/09/2015 ore 11:13
(ultimo aggiornamento il 26 Novembre 2016 alle ore 19:56)

“Nella giornata di oggi in numerose città italiane il mondo della scuola tornerà a farsi sentire aderendo all’appuntamento lanciato dall’assemblea di Bologna del 6 settembre. Si terranno assemblee pubbliche in piazza, sit-in e occupazioni simboliche di alcune scuole. L’UdS, tra i principali promotori dell’iniziativa, invita la cittadinanza tutta a partecipare”. Così una nota dell’Unione degli Studenti. “Nella giornata dell’Equinozio, il 23 settembre promuoviamo la giornata dell’eguaglianza delle scuole, contro la legge 107 che vuole differenziarle e dividerle. La giornata di oggi sarà l’ennesima dimostrazione di un mondo della scuola che non si è arreso e che costringerà il Governo a fare i conti con un autunno denso di mobilitazioni fuori e dentro le scuole – dichiara Danilo Lampis, coordinatore nazionale dell’Unione degli Studenti – In decine di città di Italia promuoveremo la Notte bianca della scuola, un’occupazione temporanea di piazze e istituti scolastici per determinare un rapporto sinergico tra scuola e territorio e per coinvolgere i genitori e la cittadinanza tutta nella lotta contro La Buona Scuola e nella messa in pratica di un’AltraScuola democratica e cooperativa. Un primo passo per contrapporre al progetto renziano un’idea alternativa alimentata dal basso”. “Affiancare alla contestazione la proposta deve continuare ad essere l’elemento distintivo del movimento della scuola – conclude – Inoltre, la giornata di oggi avrà anche la funzione di rilancio della mobilitazione, che si dovrà contraddistinguere anche per l’apertura di una stagione referendaria che metta insieme Jobs Act, Sblocca Italia e Buona Scuola. Quando le leggi sono sbagliate e vengono approvate nonostante le forti mobilitazioni e le proposte alternative è necessario coniugare alle lotte la partecipazione popolare. Le studentesse e gli studenti hanno già lanciato un segnale chiaro al Governo: il 9 ottobre, giornata di mobilitazione nazionale studentesca indetta dalla Rete della Conoscenza, sarà un primo banco di prova per agitare i bisogni studenteschi e immediatamente generali sulla conoscenza, il reddito e la democrazia”. “A Roma – si legge ancora – presidio al ministero dell’istruzione dalle 16,30 (viale Trastevere). Sarà allestito un set fotografico per realizzare le Cartoline itineranti della scuola pubblica, seguito dalla lettura corale degli articoli della Costituzione”. (gc)

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
23712 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014