torna su
27/09/2020
27/09/2020

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Testaccio, cubano spara e uccide la moglie 23enne

Un colpo in testa poi chiama la polizia

Avatar
di Redazione | 2016-11-26 16/11/2015 ore 12:38
(ultimo aggiornamento il 26 Novembre 2016 alle ore 20:03)

“Ho sparato a mia moglie”. Ha ucciso la compagna sparandole un solo colpo alla testa dopo una violenta lite e dopo ha chiamato la polizia confessando l’accaduto. L’episodio è accaduto intorno alle 2,30 della scorsa notte a Testaccio. Autore, un 24enne cubano che si è poco dopo costituito chiamando il “113” venendo raggiunto e arrestato dagli agenti della Polizia di Stato. Vittima dell’uomo una 23enne italiana.  La giovane si trovava ieri sera in un locale di via Galvani in compagnia di altri amici, quando è stata raggiunta dall’uomo che le ha chiesto di uscire per poterle parlare. A bordo della sua auto la tragedia. Pistola in pugno ha sparato contro la giovane uccidendola; a questo punto ha messo in moto e si allontanato alla guida dell’autovettura con il corpo senza vita della compagna sul sedile del passeggero.  All’altezza di Ponte Marconi si è poi fermato confessando quello che aveva fatto all’agente della Sala Operativa della Questura che ha risposto al “113”. In pochissimi minuti sono giunte sul posto alcune pattuglie. I poliziotti hanno trovato il 24enne con l’arma accanto e il corpo della giovane all’interno dell’autovettura. Identificato per M.N.Y., cittadino di Cuba, l’uomo è stato accompagnato negli uffici del Commissariato esposizione e arrestato per il reato di omicidio. Sono in corso accertamenti da parte degli investigatori sulla pistola utilizza – una beretta cal. 7,65 clandestina – illegalmente detenuta dal giovane. (gc) (fonte omniroma)

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
23749 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014