torna su
28/09/2020
28/09/2020

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Zingaretti: mancano buone politiche, fisco compreso

Presentazione in Galleria Alberto Sordi del libro di Nicola Tasco

Avatar
di Redazione | 2016-11-26 27/11/2015 ore 13:37
(ultimo aggiornamento il 26 Novembre 2016 alle ore 20:04)

Il presidente della Regione, Nicola Zingaretti, ha colto l’occasione della presentazione in Galleria Alberto Sordi del libro ‘’Fisco, l’amore tradito’’ dell’avvocato-tributarista, Nicola Tasco, per rimarcare la necessità di una classe dirigente che si elevi a osservatrice e guida forte della società, capace di lottare contro la burocrazia e di praticare la meritocrazia. “Il dirigismo – ha rilevato – non paga più, occorre considerare il malessere dovuto a condizioni oggettive. Oggi bisogna cercare con serenità punti di mediazione di equilibrio”.

 

Secondo Zingaretti è necessario che la classe dirigente riesca a diffondere il pensiero che il bene comune si riconosce al di là degli interessi personali, senza più particolarismi e corporativismi. ‘’Non è banale –  aggiunge – che dall’8 dicembre, in concomitanza con l’ingresso nel ‘’Giubileo della Misericordia’’, le istituzioni, come la  Regione,  debbano a pensare solo a opere materiali e alle ‘’autoambulanze’’ , ma promuovano anche situazioni culturali che portino a ripensare a sé stessi, a pensare all’altro,  in linea con i valori con il grande evento voluto da Papa Francesco”.

 

 

E sul piano istituzionale  se c’è un settore dove questo ripensamento è quanto mai necessario, condivide Zingaretti  con l’autore del libro, è certamente il ‘’Fisco’’,  che ha una diretta incidenza sulla condizione sociale.’’Il Fisco, la sua immagine, il suo rapporto con il cittadino – scrive infatti Tasco – il suo rapporto con il cittadino è uno dei segnali e degli indicatori più importanti per giudicare il livello di civiltà di un Paese”. E secondo Tasco per ritrovare l’amore degli italiani col Fisco occorre soprattutto un equilibrio nel comportamento dell’Agenzia delle entrate.

 

 

Al rapporto di sudditanza dei contribuenti deve subentrare una cultura del rispetto e della legalità fiscale, alla base della valida lotta ai 120 miliardi di evasione altissima, che pesano enormemente sulla collettività. ‘’L’obbiettivo della rivoluzione – scrive l’autore del viaggio nel cuore delle tasse – non deve stabilire che le tasse sono buone o cattive. Deve far toccare con mano che le tasse vengono utilizzate per fornire servizi adeguati alle esigenze, ai bisogni reali.’’    

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
23758 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014