torna su
23/10/2020
23/10/2020

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Medicina, via ai test ma diminuiscono i posti

Aumentano i candidati, ma solo uno su sette ce la farà

Avatar
di Redazione | 2016-11-26 6/09/2016 ore 12:37
(ultimo aggiornamento il 26 Novembre 2016 alle ore 20:34)

62.695 aspiranti per 9.224 posti. Sono i primi numeri del test di medicina che si svolgerà oggi in 38 università italiane. Oltre 2.000 in più rispetto al 2015 i candidati che si presenteranno, quasi 300 in meno i posti disponibili. Insomma, uno su sette riuscirà a passare il temuto sbarramento e a diventare uno studente di medicina.

 

Il test d’ingresso, di cui aveva parlato anche la ministra Giannini lo scorso anno, rimane un vero e proprio spauracchio per gli studenti. Ma anche le possibilità di cambiarlo o eliminarlo si sono dimostrate impraticabili. La titolare del dicastero del Miur aveva proposto, lo scorso anno, di fare 12 mesi liberi per tutti e di inserire lo sbarramento solo dopo il primo anno. Ma la proposta è stata bocciata perché i poli universitari non sono abbastanza capienti per contenere tutti gli studenti.

 

La polemica se sia opportuno, o meno, inserire il test d’ingresso rimane accesa. Da una parte, ci sono i docenti che vedono questo ostacolo come un doveroso sbarramento per impedire accesso indiscriminato e favoritismi. Dall’altra ci sono gli studenti, che vorrebbero poter scegliere liberamente il proprio percorso di studi, senza doversi affidare a pericolose lotterie.

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
23956 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014