torna su
27/10/2020
27/10/2020

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Difesa di Roma, Mattarella rende omaggio ai caduti

La cerimonia ha avuto luogo a Porta San Paolo, on Raggi, Zingaretti e Pinotti

Avatar
di Redazione | 2016-11-26 8/09/2016 ore 12:20
(ultimo aggiornamento il 26 Novembre 2016 alle ore 20:34)

Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha reso omaggio ai caduti della difesa di Roma di cui oggi ricorre il 73esimo anniversario, celebrato a porta San Paolo. Per l’occasione è stata deposta una corona di fiori. Partecipano alla cerimonia, oltre al capo di Stato, anche il sindaco di Roma, Virginia Raggi, il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, il ministro della Difesa, Roberta Pinotti, il vicepresidente della Camera, Roberto Giachetti e la vicepresidente del Senato, Valeria Fedeli.
 

Dopo la cerimonia, le autorità si sono spostate al parco della Resistenza, a pochi metri da distanza da porta San Paolo. Al parco della Resistenza hanno deposto un’altra corona in ricordo dei caduti in difesa di Roma. Durante il percorso il sindaco Raggi ha camminato affiancato al capo dello Stato Mattarella e al ministro della Difesa, Roberta Pinotti, colloquiando con loro.

 

Dopo la cerimonia al parco della Resistenza per le celebrazioni del 73anniversario della difesa di Roma, il sindaco capitolino, Virginia Raggi, è stata ‘assalita’ dai cronisti, ma non ha rilasciato alcuna dichiarazione. Durante la ressa, la Raggi è stata anche colpita all’orecchio da una telecamera. Qualcuno, tra i cittadini presenti al Parco, ha incitato il sindaco di Roma: “Sei meglio di un raggio di sole”, “Non mollare”, le hanno urlato. Poco prima che la Raggi entrasse nell’auto, un uomo l’ha infine incitata con forte accento campano: “Nun pensa a nisciun”, ha gridato diretto verso il sindaco.

 

“Qui a Porta San Paolo è nata l’ltalia democratica, quella migliore, grazie ai cittadini che rinunciarono al riparo delle proprie case mettendo a rischio la propria vita per difendere la libertà e costruire una pace possibile. La tavola a cui ci siamo seduti l’hanno apparecchiata loro regalandoci la libertà. Il nostro compito è ricordarli oggi e non dimenticarli mai per mantenere viva la memoria del loro sacrificio e raccontarla a chi non sa”. Così il presidente della regione Lazio, Nicola Zingaretti, intervenendo in occasione delle celebrazioni per il 73esimo anniversario della difesa di Roma a Porta San Paolo. “In un momento di crisi rappresentanza e in un Paese in cui si affaccia la sfiducia è importante pensare a quanto è costata la democrazia e ciascuno deve impegnarsi a difenderla”, ha aggiunto celebrando il “coraggio di una parte importantissima dei soldati italiani che reagirono e difesero Roma sull’occupazione nazista”. (Fonte Omniroma)

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
23981 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014