torna su
20/10/2020
20/10/2020

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Libri scolastici, un salasso per le famiglie

Nessuno rispetta il tetto di spesa imposto dal Miur

Avatar
di Redazione | 2016-11-26 13/09/2016 ore 12:26
(ultimo aggiornamento il 26 Novembre 2016 alle ore 20:35)

Nel 2012 il Miur aveva fissato dei tetti di spesa per i libri scolastici, di fatto impedendo sforamenti e ulteriori aggravi per le famiglie che ogni inizio anno si trovano con la calcolatrice in mano. Peccato che questa direttiva – che prevede uno scostamento massimo del 10% – non venga praticamente rispettata. Nei licei classici di Roma, per esempio, il tetto fissato dal Ministero si attesta sui 335 euro. Ma al Giulio Cesare solamente con i libri scolastici si arriva a 333,75. A questo bisogna aggiungere i libri consigliati (altri 53 euro) e i vocabolari, arrivando a circa 500 euro.

 

Va peggio, se possibile, negli istituti professionali: all’Ipsoea di Tor Carbone, una scuola per professionisti enogastronomici, a fronte di un tetto di spesa di 299 euro, gli alunni del primo anno dovranno sborsarne 374. “Ogni anno – commenta Mario Rusconi, a capo dell’associazione nazionale presidi di Roma – assistiamo a questo balletto di cifre, su cui non c’è alcun controllo e inoltre, nonostante proprio il Miur abbia permesso l’utilizzo di materiale didattico in formato elettronico, appena il 10% dei testi è sfruttabile in questo modo”.

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
23921 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014