torna su
24/10/2020
24/10/2020

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

No alle Olimpiadi, guerra in aula

Pronta mozione dell’opposizione per contestare le motivazioni

Avatar
di Redazione | 2016-11-26 22/09/2016 ore 15:30
(ultimo aggiornamento il 26 Novembre 2016 alle ore 20:36)

Non accenna a spegnersi, a 24 ore di distanza dal “gran rifiuto” alla candidatura alle Olimpiadi, l’eco delle polemiche. L’opposizione in aula prepara un documento per contrastare il “no” con cui la giunta Raggi ha deciso di sfilarsi dalla partita per i giochi olimpici. Si tessono le trame per serrare le fila dei banchi dell’opposizione: se tutti dovessero essere concordi, i numeri sarebbero comunque dalla parte della giunta, che può contare su 29 consiglieri, contro i 19 delle opposizioni messe insieme. Ma inizia a vedersi qualche crepa tra i 5 Stelle, ed è su questo che vogliono fare forza le opposizioni.

 

Marcello De Vito e Paolo Berdini hanno disertato la conferenza stampa di ieri. Il responsabile dell’urbanistica, l’altra notte, aveva dichiarato che se nel progetto di riqualificazione della città fossero state incluse anche le Olimpiadi, non sarebbe stato necessariamente un male. De Vito, poi, ancora è infuriato per l’assenza di un assessore al bilancio e di uno con delega alle partecipate. Inoltre, il presidente dell’assemblea capitolina avrebbe mal digerito il fatto che la Raggi abbia disertato un incontro istituzionale per sedersi a tavola con due suoi collaboratori, facendo attendere Giovanni Malagò almeno trenta minuti. Se sia parte di un normale meccanismo dialettico o se nella giunta si sta davvero rompendo qualcosa è presto per dirlo. Certo però che nemmeno i più pessimisti immaginavano 100 giorni così travagliati. (MS)

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
23967 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014