torna su
29/10/2020
29/10/2020

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Fondi per il sociale, botta e risposta governo-Regione

Boschi: Lazio non usa le risorse. La Regione: 9 milioni mai arrivati

Avatar
di Redazione | 2016-11-26 14/10/2016 ore 12:39
(ultimo aggiornamento il 26 Novembre 2016 alle ore 20:39)

Botta e risposta tra il ministro per le Riforme e i Rapporti con il Parlamento, Maria Elena Boschi, e la Regione Lazio. La ministra, in un’audizione alla Camera, ha dichiarato che “il governo stanzia i fondi e le regioni non li spendono. Si tratta di 100 milioni messi a disposizione nella prima Legge di Stabilità del governo che in molti casi non sono stati utilizzati. Difficile quindi immaginare che vengano messe ulteriori risorse”. I fondi cui fa riferimento la Boschi sono quelli destinati agli asili nido e ai fondi antiviolenza.

 

“Condivido – ha aggiunto la Boschi – l’importanza degli asili nido, come strumento per poter garantire la liberà di scelta. Anche in questo campo si può sempre fare meglio, ma c’è un problema oggettivo che abbiamo riscontrato nel riparto delle competenze. C’è un problema di funzionamento. Diventa difficile pensare di stanziare altre risorse. Invece sono andati bene i baby sitting voucher con le risorse stanziate nell’ultima Stabilità che sono state tutte utilizzate. Questi fondi vanno incrementati nella prossima legge di Bilancio”.

 

Dalla Regione è arrivata prontamente la spiegazione: “Di questi 112 milioni messi a disposizione dal Governo, al Lazio ne spettavano 9, che però non sono mai arrivati per i debiti pregressi. E così abbiamo attivato i fondi europei: fino al 2020 sono stati programmati 78 milioni per aumentare la capienza nelle strutture di oltre 10.000 posti. Ad oggi sono stati già aumentati di 2.500 unità”.

 

Rimane però il problema dei centri anti-violenza di genere. Secondo la Boschi, il governo ha stanziato 30 milioni per il triennio 2013-2015, ma almeno 10 milioni, che avrebbero potuto finanziare questi centri, sono stati sprecati dalle regioni. “Le maggiori criticità – ha detto ancora la Boschi  le abbiamo riscontrate nel Lazio e in Molise e, nel Lazio, Roma in particolare. Ma questo purtroppo deriva dal riparto dell’assetto delle competenze amministrative tra regione, città metropolitana e Roma Capitale che non riguarda quindi l’amministrazione in carica”.

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
24007 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014