torna su
20/10/2020
20/10/2020

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Trasporti, piano da un miliardo di euro per il rilancio

Ma i fondi devono ancora essere trovati

Avatar
di Redazione | 2016-11-26 17/10/2016 ore 11:28
(ultimo aggiornamento il 26 Novembre 2016 alle ore 20:39)

Il summit di Anguillara della Giunta pentastellata ha portato in dote una decisione che potrebbe essere epocale: l’investimento di un miliardo di euro per un nuovo piano di mobilità integrata che coinvolga mezzi pubblici, piste ciclabili, preferenziali e Tevere navigabile. Solo che, al momento, il miliardo di euro non c’è, e il Campidoglio è già alla caccia delle coperture necessarie. Vediamo in dettaglio che cosa hanno deciso i grillini.

Roma-Lido
La linea, strategica per la Capitale, dovrà necessariamente essere rimessa a nuovo. Oggi, infatti, offre ben poca affidabilità sia per i convogli vetusti, sia per un sistema infrastrutturale che non dà garanzie.

Nuove linee tranviarie
Uno dei capisaldi della campagna elettorale di Virginia Raggi era stato quello di proporre una mobilità su ferro più forte. L’idea era quella di portare il Tram 8, che attualmente ferma in Piazza Cairoli, fino a Termini. Per questo sono state previste nel nuovo piano quattro nuove linee di tram, da aggiungere alle sei già esistenti, che coinvolgano Magliana e Cinecittà. Più una suggestione: un collegamento da Termini a San Pietro.

Piste ciclabili
Il Grab (Grande raccordo anulare delle biciclette) è già stato annunciato nei suoi 45 km, con un corridoio di mobilità anche sulla Cristoforo Colombo. Un progetto di mobilità alternativa è necessario per far fronte a una congestione crescente del traffico cittadino.

Tevere navigabile
Se fossimo al cinema si direbbe “Da un’idea di Ignazio Marino”. Fu il sindaco, poi defenestrato, a lanciare l’idea di rendere nuovamente navigabile il corso d’acqua, affiancandolo agli attuali mezzi di trasporto, da ponte Marconi fino alla foce del fiume. Sarà questa la volta buona?

Rifiuti
L’idea è quella di potenziare la raccolta differenziata Municipio per Municipio, in modo da realizzare una strategia “personalizzata” per le diverse zone di Roma. Un progetto che, almeno per ora, rimane irrealizzabile, visto che ad oggi l’emergenza rifiuti permane e serve, prima di tutto, ritornare alla normalità.

Al netto di tutte le proposte, rimane però il grave problema del reperimento dei fondi. Roma è gravata da 12 miliardi di debito e, secondo gli accordi presi dal piano di rientro, l’anno prossimo dovrà tagliare circa 370 milioni di euro di servizi essenziali. Come riuscirà la sindaca a convincere il governo a darle maggiore libertà d’azione, dopo il “gran rifiuto” delle Olimpiadi? (Marco Scotti)

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
23918 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014