torna su
24/08/2019
24/08/2019

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Aziende comunali, debito a 2,7 miliardi

L’assessore Colomban lancia l’allarme per rischio licenziamenti

Avatar
di Redazione | 2016-11-26 21/10/2016 ore 16:51
(ultimo aggiornamento il 26 Novembre 2016 alle ore 20:40)

Foto Omniroma

L’assessore alle partecipate Massimo Colomban lo ha detto con ammirevole candore alla sindaca Virginia Raggi: “E’ molto peggio del previsto”. Cosa? La situazione delle aziende partecipate o controllate dal Comune di Roma. Si tratta di 61 società che hanno un debito complessivo di 2,7 miliardi di euro. L’assessore ha in mente un piano che ha già fatto drizzare le antenne ai sindacati: “Il nostro obiettivo è dare un migliore servizio ai cittadini, abbiamo intenzione di procedere a una profonda riorganizzazione, che spero di poter realizzare senza licenziamenti. Io comunque nella mia vita non ho mai mandato a casa nessuno”. Sembrerebbe un augurio, più che una solida convinzione.

 

Il leader della Cgil romana, Michele Azzola, si è mostrato agitato: “Ci ha rivelato di aver trovato una situazione grave e preoccupante e che serve una profonda riorganizzazione, dicendoci che spera di poterlo fare senza licenziamenti”. Su Fiera e Multiservizi spa è intervenuto invece il leader ella Cisl Paolo Terrinoni, che commenta: “su Multiservizi il Comune sta valutando la possibilità di acquistare le quote del privato per farla diventare una società in house, soluzione che permetterebbe di mettere al sicuro oltre 3.000 lavoratori”. Complessivamente le 61 società del Campidoglio ricevono ogni anno 1,6 miliardi di euro, accumulando però debiti complessivi per 2,7. (MS)

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
20858 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014