torna su
24/10/2020
24/10/2020

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Terremoto, forte scossa nel Centro Italia. Paura a Roma

Sentita anche all’Aquila, magnitudo 5.4. Alle 21.20 altra scossa di 5.9

Avatar
di Redazione | 2016-11-26 26/10/2016 ore 19:28
(ultimo aggiornamento il 26 Novembre 2016 alle ore 20:41)

Avvertite forti scossi di terremoto nel centro Italia e anche a Roma. I paesi più colpiti sono Ussita, Tolentino, Visso e Castelsantangelo. Forti i danni al patrimonio pubblico e alle case. In totale una sessantina di scosse hanno interessato le province di Macerata tra Marche, Umbria e il nord del Lazio. La Protezione Civile parla di migliaia di sfollati.

 

La prima scossa, di magnitudo 5.4 sulla scala Richter, ha avuto il suo epicentro fra Perugia e Macerata, nella Valnerina. Il centro più vicino all’epicentro è Castelsantangelo sul Nera. Anche le aree colpite dal sisma del 24 agosto hanno avvertito la scossa. La terra ha tremato anhe nelle zone dell’Ascolano, Ancona, Fabriano e Pesaro.La scossa è stata avvertita anche in Toscana e in Campania: a Firenze, Arezzo, Napoli e Caserta. A Roma, per la paura, la gente si è riversata in strada. 

 

Tanti i crolli, ma non vittime sotto le macerie, anche se un uomo è morto a Tolentino per un infarto. Alcuni feriti a Visso, dove l’intero centro storico è zona rossa. Sono in corso verifiche nelle varie frazioni. In alcuni paesi dell’Umbria sono saltate le linee elettrice e telefoniche. Bloccata la Salaria ma problemi  per il traffico, in seguito a crolli, su tante provinciali delle Marche.

 

Un’altra scossa, con magnitudo 5.9, è stata avvertita vedo le 21.20 in provincia di Macerata, a Ussita, con forti riflessi anche a Roma. Anche in questo caso tanta paura tra la gente che nella cittadina marchigiana è scesa in strada urlando. Il sindaco ha detto: “Il paese non c’è più “. A Castelsangelo sul Nera sono crollate le mura.

 

Il capo della Protezione civile Fabrizio Curcio, il commissario per la ricostruzione Vasco Errani e il presidente delle Marche Luca Ceriscioli sono partiti per un sopralluogo nei centri piu’ colpiti. A Pescara, la partita di calcio con l’Atalanta è stata fermata per qualche minuto. A Roma, il palazzo della Farnesina è stato evacuato per precauzione.  (Redazione)

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
23962 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014