torna su
04/04/2020
04/04/2020

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Il Comune pronto a chiudere Roma Metropolitane

L'annuncio dell'assessore Meleo: anni di sprechi, adesso basta

Avatar
di Redazione | 2016-11-26 3/11/2016 ore 14:04
(ultimo aggiornamento il 26 Novembre 2016 alle ore 20:42)

Il Campidoglio comincia a mettere ordine tra le partecipate. Con ogni probabilità domani mattina l’assemblea capitolina sancirà la chiusura definitiva di Roma Metropolitane, la società incaricata di coordinare e vigilare sulla realizzazione della metro a Roma, linea C inclusa. La prospettiva è stata delineata dall’assessore alla Mobilità, Linda Meleo, in un post su Facebook. “La linea metro C, una delle grandi incompiute della Capitale: anni di sperperi, costi lievitati a causa di innumerevoli varianti al progetto e un’attesa per i romani che sembra infinita. Per non parlare delle inchieste, dei riflettori puntati dell’Autorità Anticorruzione e della lente d’ingrandimento della Corte dei Conti sul danno erariale. E’ ora di dire basta agli sprechi”, ha scritto la Meleo sul suo profilo.

 

“Domani l’Assemblea capitolina si riunirà proprio su questo tema. Ci sarà un consiglio comunale straordinario su Roma Metropolitane, l’azienda creata ad hoc per occuparsi della progettazione e realizzazione delle linee metro a Roma e che in questi anni non ha svolto come doveva il suo lavoro, non centrando i suoi obiettivi strategici. Vogliamo lanciare un’operazione verità e raccontare ai cittadini cosa è successo in tutti questi anni. Ma soprattutto vogliamo guardare al futuro e annunciare le nostre intenzioni su questa partecipata. Mai più bugie e prese in giro per i cittadini ma legalità e trasparenza”, si legge ancora. Il messaggio è abbastanza chiaro. Il Campidoglio è pronto a chiudere senza troppi ripensamenti un’azienda che finora ha rappresentato per Palazzo Senatorio uno spreco di denaro. E in effetti, a guardare l’ordine del giorno di domani, emerge un esame approfondito sulla situazione societaria di Roma Metropolitane. Resta da capire il destino della linea C, i cui lavori sono bloccati a causa di un contenzioso tra le imprese costruttrici e l’amministrazione appaltatrice.

 

Intanto, questa mattina, l’Aula Giulio ha approvato la mozione recante la firma del consigliere dem Stefano Fassina per il rilancio di Atac, respingendo però al contempo la nomina di un’altra mozione, stavolta a firma opposizione, per accelerare i tempi della nomina del dg, ancora mancante. Intervenendo in Aula, l’assessore Meleo ha comunque ribadito il no del Campidoglio all’ingresso di Ferrovie, nè tantomeno di privati. (G.Z.)

 

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
22532 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014