torna su
25/10/2020
25/10/2020

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Ama: bando dg primo rebus per Giglio, ipotesi proroga per Bina

Tempi stretti per la gara, spunta ipotesi proroga per Bina

Avatar
di Redazione | 2016-11-26 14/11/2016 ore 13:48
(ultimo aggiornamento il 26 Novembre 2016 alle ore 20:43)

L’era di Antonella Giglio alla guida dell’Ama si aprirà solo tra pochi giorni, quando l’assemblea capitolina dovrà ratificarne la nomina, dopo il via libera della commissione Ambiente. Ma sul tavolo dell’avvocato varesotto chiamato dal sindaco Virginia Raggi alla guida della municipalizzata dei rifiuti dopo l’addio lampo di Alessandro Solidoro, ci sono già parecchi dossier. Tra questi, il bando per la ricerca del direttore generale, cui spetta la gestione operativa dell’azienda. L’attuale dg Stefano Bina è infatti in scadenza, visto che il suo mandato, su esplicita disposizione dell’azionista Campidoglio, terminerà il 31 dicembre di quest’anno.

 

Il problema è che non è possibile indire la gara senza il timbro dell’amministratore unico e, considerando che la Giglio prenderà il timone di Ama non prima della fine di questa settimana, appare difficile che il tutto sia approntanto in tempo utile per avere il nuovo manager prima della scadenza del mandato di Bina. Tra le soluzioni in campo, da quanto apprende Radiocolonna.it, ci sarebbe una proroga in extremis, un paio di mesi al massimo, per consentire agli uffici tecnici di Ama di redigere il bando e istituire la commissione aggiudicatrice. La soluzione ponte sembra piacere allo staff dell’assessore all’Ambiente, Paola Muraro, ma che potrebbe alla fine essere dettata da ovvie ragioni di tempo visto che alla metà di novembre il bando ancora non c’è.  (G.Z.)

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
23969 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014