torna su
10/04/2021
10/04/2021
Live TV

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Scuola, Un progetto per fermare le morti stradali

Presentato ieri a Roma “Mano al volante, occhio alla vita”, un’iniziativa del Moige per prevenire gli incidenti dovuto all’uso di droghe e alcol tra i giovani

Avatar
di Redazione | 2018-10-31 31/10/2018 ore 10:30

Un progetto per prevenire gli incidenti stradali causati dall’uso di alcol o droga è stato presentato ieri a Roma dal Moige (Movimento italiano genitori).

 “Mano al volante, occhio alla vita” è un’iniziativa finanziato dalla presidenza del Consiglio dei ministri (Dipartimento per le Politiche Antidroga) che coinvolge 40 scuole superiori di tutta Italia. Per gli studenti sarà bandito un concorso per la realizzazione di video sul tema. Una giuria di esperti sceglierà il migliore e il plesso vincitore riceverà in dono un buono per l’acquisto di materiale utile per la scuola. 

La campagna di sensibilizzazione vuole coinvolgere e informare anche le famiglie. Secondo un’indagine dell’istituto Piepoli, infatti, la metà dei genitori di figli di età compresa tra 14 e 19 anni dichiara di non essere a conoscenza di campagne di sensibilizzazione su questo argomento nelle scuole. Non solo, emerge anche che il 29% degli italiani ha paura che i ragazzi o i propri figli si lascino tentare dalla droga o dall’alcol. Un dato secondo solo ai problemi di salute (35%). Al terzo posto c’è il timore che i propri ragazzi possano essere vittime di un incidente stradale (27%) o di bullismo (22%). 

Sono soprattutto le famiglie del Sud a sentire più forte la pressione sull’uso di sostanze stupefacenti o di un possibile incidente stradale. La maggioranza degli intervistati sono convinti che l’uso di droghe o alcol abbia un’alta incidenza sull’aumento della probabilità di incorrere in incidenti stradali. A pensare che l’utilizzo di droghe sia condizionato dalle cattive dinamiche di gruppo sono soprattutto i non genitori, che danno un peso importante anche alla possibilità di trasgredire e divertirsi, ritenute cause più marginali dai genitori, i quali invece attribuiscono un peso superiore alla noia.

L’avvio del progetto sarà preceduto da un’indagine demoscopica per permettere una visione sulla percezione dei genitori in merito alla sicurezza stradale. Si prevede di coinvolgere direttamente circa 8.040 ragazzi tra i 14 e i 19 anni, genitori e docenti di 40 istituti scolastici. Indirettamente beneficiari dell’intervento saranno circa 15.500 adulti, tra genitori, studenti e docenti 

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
25260 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014