torna su
20/01/2019
20/01/2019

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Un cartello di imprese sostituirà Atac?

Indiscrezioni giornalistiche su un patto tra 5 privati per prendersi il trasporto capitolino

Giacomo Di Stefano
di Giacomo Di Stefano | 2019-01-8 8/01/2019 ore 11:00

Una joint venture in grado di prendere in mano le redini del trasporto pubblico di Roma al posto di Atac. È questa l’indiscrezione lanciata da Repubblica e relativa a un possibile patto tra imprese che si occupano di mobilità. Tra queste ci sarebbe Rossi Bus, la grande azienda che si occupa del trasporto scolastico di Roma e di quello in vari comuni laziali. Ma ci sarebbe soprattutto Ferrovie dello Stato con Bus Italia, società di FS nata per collegare su gomma tanti comuni italiani. Questo cartello d’imprese potrebbe ambire – nel breve termine – a prendere in mano le linee periferiche attualmente gestite dal consorzio Roma Tpl. Ma il vero obiettivo sarebbe l’intero traporto pubblico di Roma, attualmente nelle mani di Atac. Ad avvalorare questa prospettiva potrebbero esserci le direttive europee che impongono la liberalizzazione dei servizi di trasporto locali. Direttive che obbligherebbero i Paesi UE alla messa a gara entro dicembre 2019. Ma anche una legge dello Stato – la 96 del 2017 – che blocca i trasferimenti di risorse statali al trasporto regionale se l’affidamento non è avvenuto tramite una gara pubblica. Nel nostro Paese molte realtà hanno già assegnato appalti per la gestione del trasporto locale. Tra loro Firenze, la Lombardia, il Friuli Venezia Giulia e l’Umbria.

A breve potrebbe toccare anche alla Capitale.

print

tagsAtac, fs, tpl

A proposito dell'autore

Radiocolonna, Il Messaggero, Wired Italia. Tecnologia, politica e cronaca di Roma.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014