torna su
17/09/2019
17/09/2019

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Campidoglio su bobine nichel: non sono più in bilancio

Dal Comune precisano che il nichel era stato ceduto a garanzia del credito e che sarebbero già partire le procedure per riscuoterlo

Avatar
di Mca | 2019-02-15 15/02/2019 ore 9:00

In merito a notizie di stampa relative alla mancata alienazione di alcune bobine di nichel in possesso del Campidoglio, si precisa che l’attuale Amministrazione Capitolina aveva già provveduto a eliminare dalle voci di bilancio le entrate potenzialmente derivanti da tale vendita, che non risultano dunque iscritte nel Bilancio di previsione 2019-2021 di Roma Capitale”.

Dal Comune spiegano che era stata prevista in entrata una cifra di “circa 38 milioni di euro, progressivamente sostituita da altre fonti di finanziamento”.  Ma poiché dal Campidoglio precisano di essere intervenuti per cancellare la voce a bilancio, non si può  parlare di “falle nei conti”. Inoltre,  “nessuna spesa è stata effettuata con somme derivanti dall’alienazione di nichel, semplicemente perché quella alienazione non si è realizzata”.

L’amministrazione Capitolina chiarisce di poter finanziare le spese solo con “risorse certe e disponibili”. E precisa che il nichel “non è stato ceduto in sostituzione di un credito ma come pegno a garanzia del credito stesso”. Ragione per cui Roma Capitale resterebbe ancora titolare del credito originario, per la cui riscossione si starebbe già attivando.

Infine, dal Campidoglio ricordano che la vicenda risale a moltissimi anni fa e quindi  “l’attuale amministrazione si sta limitando a gestire una questione ereditata dalle precedenti gestioni amministrative”.

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
228 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014