torna su
12/11/2019
12/11/2019

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Roma, Legambiente: inutile e pericolosa strage di alberi

L’associazione ambientalista accusa il Campidoglio di una strategia “completamente inefficace” e dannosa, che ha spogliato Roma delle sue arterie verdi

Avatar
di Redazione | 2019-03-13 13/03/2019 ore 10:00

L'albero caduto ieri a San Lorenzo

Maltempo: Legambiente, a Roma mattanza inefficace di alberi
“Roma spogliata di arterie verdi, alberi vanno piantati”
Sugli alberi crollati a Roma negli ultimi giorni a causa del vento forte, dice la sua anche Legambiente. Secondo l’associazione ambientalista, che ricorda anche le migliaia caduti negli ultimi mesi, si tratta di una situazione determinata dalla “completa inefficacia delle misure messe in campo dall’amministrazione comunale, fatte di soli abbattimenti continui del verde”.

Insomma, per il presidente di Legambiente, Roberto Scacchi, l’unica misura portato avanti dal Campidoglio sarebbe una “strage di alberi” che, “non solo è una vera follia in termini ambientali” ma sarebbe anche “completamente inefficace per la sicurezza pubblica, a ogni soffio di vento infatti, continuano a crollare rami in tutta la capitale”.

Il rischio di questa strategia, insiste Legambiente, è di spogliare Roma delle sue arterie verdi, “cambiando l’orizzonte in troppi quartieri dove, adesso, rimane asfalto, cemento, rami ammucchiati e tronchi mozzati”, senza “nessun progetto di reale riforestazione a bordo strade, troppo ossigeno in meno e meno difese contro il caldo estremo che tornerà: l’immenso patrimonio del verde stradale della capitale va gestito bene, assistiamo invece a una mattanza”.

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
21514 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014