torna su
19/09/2020
19/09/2020

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Stadio Roma: Stefàno presidente al posto di De Vito

Presiederà assemblea capitolina, nomina formalizzata a breve. Raggi: nessuno sconto a chi ha sbagliato. Pacetti: maggioranza è compatta, andiamo avanti

Avatar
di Redazione | 2019-03-20 20/03/2019 ore 12:00

Il presidente della commissione capitolina Mobilità Enrico Stefàno

Il pentastellato Enrico Stefàno, già vicepresidente dell’Assemblea Capitolina e presidente della commissione Trasporti, sarà il nuovo presidente del consiglio comunale di Roma al posto di Marcello De Vito. È questo a quanto si apprende l’intendimento della maggioranza a 5 Stelle in Campidoglio e della sindaca Virginia Raggi, che ha già chiamato Stefàno. Per la nomina, già definita politicamente, si attendono i passaggi ‘burocratici’.

Intanto arriva una prima conferma da parte del capogruppo del M5S in Campidoglio Giuliano Pacetti“, che dichiara: “La maggioranza è compatta sulla linea della sindaca, non lasciamo alcuno spazio per ambiguità. Noi andiamo avanti per realizzare il programma ci sono tante cose da fare”.

In merito all’arresto di De Vito la sindaca ha scritto du Facebook: “Nessuno sconto. A Roma non c’è spazio per la corruzione. Chi ha sbagliato non avrà alcuno sconto da parte di questa amministrazione”.

Dal governo, intanto, dopo la scomunica da parte di Luigi Di Maio arriva da Parigi anche quella del ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede, secondo cui Marcello De Vito ha “responsabilità” politiche e morali. E quindi ha “fatto benissimo Luigi Di Maio, condivido le sue parole, come esponente del M5S non ho dubbi sul fatto che non possa assolutamente far parte del M5S”.

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
23691 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014