torna su
17/10/2019
17/10/2019

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Tor Vergata: arriva la super Tac, è la prima in Italia

E’ stata presentata stamattina al policlinico. Per l’assessore D’Amato bisogna investire nei prossimi anni oltre 200 mln per rinnovo parco tecnologico

Avatar
di Redazione | 2019-04-1 1/04/2019 ore 15:30

Un momento dell'inaugurazione

La prima Tac in Italia dotata di spectral imaging che consente la caratterizzazione dei tessuti corporei normali e patologici. È stata inaugurata questa mattina, al policlinico Tor Vergata a Roma, la nuova Tc revolution, il sistema di tomografia computerizzata più evoluto disponibile sul mercato.

All’inaugurazione della super Tac erano presenti l’assessore regionale alla Sanità Alessio D’Amato, la direttrice generale del policlinico Tor Vergata, Tiziana Frittelli, insieme al rettore dell’università di Tor Vergata, Giuseppe Novelli. “Noi abbiamo bisogno di un policlinico Tor Vergata forte. – ha detto l’assessore D’Amato – Oggi le condizioni ci sono, perché la Regione Lazio ha messo a posto i conti. Siamo tornati a investire nel personale, ci sono oltre 300 procedure concorsuali, e nelle nuove tecnologie. Ci sono in cantiere circa 200 milioni di euro destinati al rinnovo del parco tecnologico. Dunque – ha concluso – gli elementi per essere ancora più forti ci sono tutti”.

La macchina è la prima installata in Italia dotata di “Spectral imaging”, una tecnica che consente la caratterizzazione dei tessuti corporei normali e patologici con significativi vantaggi clinici sia nelle patologie oncologiche che in quelle cerebrovascolari. A quanto reso noto, la Tc sarà inoltre dotata di un nuovo iniettore a pompa peristaltica in grado di minimizzare i rischi da rottura del vaso durante l’iniezione del mezzo di contrasto. Il mezzo di contrasto sarà scaldato fino ad arrivare a temperatura corporea durante l’iniezione per ridurre il disagio per il paziente che si sottopone a questi esami impegnativi dal punto di vista psicologico.

Sempre a questo scopo particolare attenzione è stata posta anche nella decorazione della sala con una gigantografia del parco degli Acquedotti per ricreare uno scenario suggestivo, rendendo l’ambiente più confortevole e in grado di ridurre l’ansia del paziente con una sedazione naturale. Un dettaglio importante, emerso nel corso dell’inaugurazione, riguarda i numeri dello screening radiologico del policlinico Tor Vergata, dove nel 2018 sono stati studiati con la Tc 30.118 pazienti, per un totale di 43.211 prestazioni, e con la Rm 9.771 pazienti, per un totale di 11.371 prestazioni. Dunque, Il parco tecnologico della diagnostica per immagini del policlinico Tor Vergata continua a rinnovarsi.

“Bisogna investire nelle nuove tecnologie: questa è una macchina di ultima generazione, una delle poche in Italia in esercizio. Per noi è un elemento molto importante perché significa fare delle diagnosi più precise, più veloci e con un minor livello di esposizione per i pazienti”.

“Quindi, – ha aggiunto l’assessore – la Regione Lazio ha intenzione di fare un grande investimento nel rinnovo del parco tecnologico, perché lo riteniamo un elemento molto importante per migliorare la qualità dei servizi e dell’assistenza”. Per quanto riguarda i costi, “è una macchina – ha spiegato D’Amato – che ha avuto un investimento di circa 2,6 milioni. Noi, nei prossimi anni, abbiamo intenzione di investire oltre 200 milioni di euro per il rinnovo del parco tecnologico, in tutta la nostra Regione e nel servizio sanitario e riteniamo – ha concluso – che insieme al personale sia una delle due leve di carattere straordinario e strategico per migliorare i servizi

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
21313 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014