torna su
11/04/2021
11/04/2021
Live TV

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Infortuni su lavoro: Lazio laboratorio per Italia

Presentato oggi il protocollo d’intesa regionale per la sicurezza sul lavoro

Avatar
di Redazione | 2019-04-29 29/04/2019 ore 13:40

operai al lavoro

“Questo lavoro con la Regione Lazio non si esaurisce semplicemente come un’iniziativa in vista del Primo Maggio. Questo protocollo ha una prospettiva di replicabilità in vista dell’attuazione di un protocollo nazionale straordinario sulla sicurezza sempre più necessario dopo le ultime analisi di infortuni e tristi casistiche mortali”. Così il direttore generale dell’Inail Giuseppe Lucibello, nel corso della firma del protocollo d’intesa sulla sicurezza sul lavoro.

“Da oggi si potrà lavorare alacremente su quello che è un documento completo – ha aggiunto – che prevede la condivisione dei dati, degli interventi da adottare, una due diligence sulla cattiva formazione e su quanta efficace ne serva, il coinvolgimento del sistema di rappresentanza. Noi ci siamo, saremo garanti dell’imparzialità dei dati e forniremo supporto tecnico: questo lavoro apre la strada a un documento di valutazione dei rischi che non sia solo forma ma sostanza per registrare l’effettivo stato di salute del lavoratore. Da domani – ha aggiunto – il Lazio sarà un laboratorio utile per un’azione a 360 gradi che deve essere assolutamente adottata”.

“In Italia la priorità sta tornando a essere il lavoro, il lavoro e il lavoro. Ce n’è di meno, spesso sottopagato e purtroppo i dati della crescita non danno molte speranze”. Così il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, segretario del Pd, presentando il protocollo d’intesa regionale per la sicurezza sul lavoro.

“Dopo anni ci troviamo con una Regione un po’ più forte dentro un sistema Paese molto più debole – ha aggiunto – Noi facciamo questo protocollo anche perché abbiamo di fronte mesi difficili, che rischiano di essere drammatici. Confermo un aumento preoccupante della crescita delle richieste di cassa integrazione, e sappiamo che quando arriva un picco c’è una fase di riorganizzazione industriale che non annuncia nulla di buono. Gli indici continuano a essere non positivi. Anche per questo ci siamo mossi: la sicurezza era un problema anche quando la crescita era alta, ora andiamo verso una fase storica in cui a bassa crescita può seguire un abbassamento della sicurezza e un aumento del lavoro nero. Quindi bisogna lottare – ha detto ancora – e per questo nel Lazio abbiamo avviato una fase storica di legislazione nuova sul lavoro, abbiamo approvato la legge sui rider, quella sull’equo compenso, e oggi questo protocollo che noi finanziamo con 2 milioni, perché non ci si può accorgere dei drammi solo quando la cronaca nera ci racconta qualche incidente. Nei primi due mesi del 2019 – ha riportato Zingaretti – le denunce di infortunio nel Lazio sono state quasi 7000, +1% rispetto allo scorso anno, e vanno tarate rispetto alla zona grigia che non intercetteremo mai. Sono contento che anche su questo stiamo dando una segnale forte – ha concluso – non solo quando c’è un problema ma per prevenirlo”.

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
25260 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014