torna su
22/09/2020
22/09/2020

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Stop a violenza su bus Roma. Arrivano app e telecamere

La violenza sui mezzi pubblici è ormai una piaga per Roma. Negli ultimi giorni 5 autisti aggrediti. Riunione in prefettura,

Avatar
di Redazione | 2019-09-28 28/09/2019 ore 10:00

aggressione bus

Telecamere sugli autobus in collegamento con le sale operative delle forze dell’ordine; telefonini in dotazione ai verificatori di Atac e successivamente anche ai 5.600 autisti per l’uso di una app dedicata alle chiamate di emergenza al 112 Nue. Poi dotazione di cabine protette (al momento sono quasi 1070 su 1.500 mezzi in circolazione) su tutti i bus capitolini; potenziamento dei servizi di vigilanza sulle tratte più sensibili, anche col supporto della vigilanza privata; intensificazione dei corsi di formazione del personale viaggiante, a cura delle Forze dell’Ordine, per la gestione delle emergenze e l’uso dei sistemi di alert.

Dopo l’escalation di aggressioni agli autisti dei mezzi pubblici di Roma culminate nello sciopero di due ore indetto dai conducenti, la prefettura ha voluto dare un segnale intensificando la collaborazione tra Atac e Forze di Polizia.

Attualmente le telecamere, ma solo a circuito chiuso, presenti sui mezzi sono 730; molte sono sparse nelle metro, ai capolinea, alle biglietterie.

Tutte le vetture sono dotate del ‘pulsante di emergenza’ per collegarsi alla centrale operativa di Atac che poi chiama le forze dell’ordine.

Tutti passaggi  saranno bypassati quando entrerà in vigore il protocollo d’intesa, anche avvalendosi di risorse finanziarie dedicate rese disponibili dai Ministeri dell’Interno e dello Sviluppo Economico, per implementare le strumentazioni informatiche e garantire un flusso comunicativo sempre più efficace tra Atac e Forze di Polizia.

Solo nel giorno dello sciopero, due le aggressioni: un controllore è stato preso a calci e pugni da un passeggero – al quale aveva chiesto il biglietto; un conducente di una linea periferica invece è stato pesantemente insultato da due ragazzini di 16 e 17 perchè, secondo loro, non li aveva aspettati per farli salire sul bus.  I due minorenni hanno anche preso a calci e pugni il mezzo costringendo il conducente a bloccare la corsa.

Nei giorni precedenti poi altre tre aggressioni in tre giorni. Una ad un conducente che si era fermato ed era sceso dal mezzo per controllare se riusciva a passare a causa di un’auto ferma in doppia fila: l’automobilista che si trovava dietro il bus prima l’ha insultato e poi spintonato, dandosi alla fuga.

Il giorno prima un altro autista era stato insultato e strattonato da due ragazzi che sostenevano di avere aspettato troppo il bus.

L’episodio più grave però lo scorso week end con una baby gang di otto ragazzi che ha preso a pugni un’autista per poi fuggire in taxi. L’autista 52enne è crollato sul pavimento del suo autobus con il viso insanguinato ed è stato ricoverato in ospedale per una frattura al setto nasale.

Insomma una recrudescenza di un fenomeno che non è mai sensibilmente diminuito e che spesso interessa linee periferiche prese di mira dat

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
23717 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014